Cronaca Italia

Massoneria, annullata condanna del Gran Maestro Perfetti per diffamazione pm Cordova

Massoneria, annullata condanna del Gran Maestro Perfetti per diffamazione pm Cordova

Massoneria, annullata condanna del Gran Maestro Perfetti per diffamazione pm Cordova

ROMA – Annullata con rinvio la condanna del Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente, Antonio Giancarlo Perfetti. Quest’ultimo era stato denunciato per diffamazione dall’ex procuratore capo di Palmi, Agostino Cordova, titolare dell’inchiesta degli anni Novanta sui presunti rapporti tra ‘ndrangheta e massoneria. Inchiesta poi arenatasi con una richiesta di archiviazione dopo il gran clamore mediatico.

In primo e secondo grado Perfetti era stato condannato a una multa di 1000 euro. La Cassazione ha oggi accolto il ricorso degli avvocati Enzo Belvedere e Renato Vigna, secondo i quali il Gran Maestro aveva diritto di criticare l’inchiesta del magistrato oggi in pensione. Motivazioni condivise dalla suprema corte che ha quindi ordinato  un nuovo processo alla Corte d’Appello di Catanzaro.

La presunta diffamazione sarebbe contenuta in un’intervista rilasciata da Perfetti all’allora Quotidiano della Calabria. Questo il passaggio incriminato:

“Siamo stati oggetto da parte del giudice Agostino Cordova – il quale è entrato nelle nostre case senza alcun permesso, di una dettagliata, minuziosa (…) e l’inchiesta si è chiusa con un nulla di fatto con un’assoluzione e con le dichiarazioni del pm che ha affermato come lo stesso Cordova ha perseguitato gente perbene spendendo i soldi della Giustizia”.

Seguirà ora un nuovo processo che dovrà mettere la parola fine all’annosa questione.

To Top