Cronaca Italia

Massoneria, Gran Maestro Bisi a Rosi Bindi: “I nomi degli iscritti non ve li do”

Massoneria, Gran Maestro Bisi: "Giulio Occhionero sospeso. Ma non vi rivelo gli altri nomi"

Massoneria, Gran Maestro Bisi: “Giulio Occhionero sospeso. Ma non vi rivelo gli altri nomi”

ROMA – “Giulio Occhionero è stato immediatamente sospeso dal Grande Oriente d’Italia. Ma io non vi consegnerò gli elenchi con i nomi dei 23mila fratelli”: a dirlo, in audizione in Commissione Antimafia, è Stefano Bisi, Gran Maestro dell’obbedienza massonica.

“Sulla consegna degli elenchi ho scritto una lettera alla presidente Bindi motivando il perché la consegna degli elenchi non può avvenire. Si ritiene che consegnando gli elenchi dei 23 mila fratelli del Grande Oriente si compierebbe un reato, il Parlamento ha approvato una legge sulla privacy che tutela la riservatezza dei dati sensibili”, ha detto Bisi, convocato proprio sul caso di Giulio e Francesca Maria Occhionero, i due fratelli arrestati a Roma nei giorni scorsi con l’accusa di cyberspionaggio. 

 

Nel corso delle indagini è emerso il legame di Giulio Occhionero, ingegnere nucleare, con “gli ambienti della massoneria italiana, in quanto membro della loggia ‘Paolo Ungari – Nicola Ricciotti Pensiero e Azione’ di Roma, della quale in passato ha ricoperto il ruolo di maestro venerabile, parte delle logge (la n. 773) del Grande Oriente d’Italia”, si legge nell’ordinanza. E tra i nominativi presenti nel database sequestrato vi sono proprio “elementi di vertice della massoneria italiana”.

Il sospetto degli inquirenti è che “l’interesse che Giulio Occhionero nutre nei confronti dei suoi fratelli massoni, possa essere legato a giochi di potere all’Interno del Grande Oriente d’Italia”. E Giulio era pronto anche a “cambiare lavoro”, avendo subodorato che per lui tirava una brutta aria: dalle carte sono emersi, infatti, i suoi recenti contatti con con “cacciatori di teste” esteri (Gran Bretagna, ma anche Irlanda e Polonia) per avere nuovi incarichi in aziende importanti come Deutsche Bank per la sua sede londinese.

 

To Top