Blitz quotidiano
powered by aruba

Matias Schincariol morto a 22 anni alle Canarie: portato via dalla corrente

ROMA – Morto a soli 22 anni. Colpa di un tuffo maledetto e della corrente che lo ha allontanato dalla riva fino a non lasciargli più scampo. La vittima si chiamava  Matias Schincariol ed era di Conegliano. Solo un mese prima della tragedia aveva deciso di trasferiris a Fuerteventura, isola dell’arcipelago delle Canarie. Non era partito da solo: si era trasferito là con un gruppo di amici.

Matias cercava la libertà e una vita più vicina alla natura. E invece ha incontrato una morte beffarda. In uno dei suoi ultimi post facebook prima dell’incidente Matias aveva fotografato la spiaggia di El Cotillo. Sotto un commento che ora suona drammatico: “E chi se ne va più”. Cosa sia accaduto lo ricostruisce la Tribuna di Treviso:

Tutto è avvenuto sabato, sotto gli occhi degli amici, gli stessi che con lui erano partiti per le Canarie immaginando di viverci per un po’, lavorando magari in qualche locale del posto, visto che il giovane coneglianese e un amico del gruppo erano stati studenti del’Alberghiero di Vittorio Veneto. Matias, dopo il primo biennio (cucina, sala, ricevimento) aveva scelto l’indirizzo sala e si era diplomato 4 anni fa. (…)

Matias è stato tradito probabilmente dalla corrente. «Non é riuscito a tornare a riva e i soccorsi sono arrivati tardi» hanno scritto gli amici su facebook, annunciando la tragedia. Quando hanno cercato di rianimarlo, per Matias non c’era nulla da fare. Drammatica la telefonata alla famiglia di Conegliano, dove Matis aveva anche due sorelle e un fratello.