Cronaca Italia

Menfi, giù dal tetto per inseguire immigrati: esce dal coma finanziere

Menfi, fuori pericolo il finanziere che era caduto da un tetto durante operazione Scorpion Fish

Menfi, fuori pericolo il finanziere che era caduto da un tetto durante operazione Scorpion Fish

PALERMO – Si è risvegliato ed è fuori pericolo nell’Unità operativa di Neurorianimazione di Villa Sofia, a Palermo, il militare della guardia di finanza di 27 anni, originario di Giugliano, caduto, lo scorso 6 giugno, dal tetto di un’abitazione a Menfi durante l’esecuzione dell’operazione ‘Scorpion Fish‘ contro il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il finanziere precipitò da una impalcatura mentre stava inseguendo, assieme ai colleghi, un immigrato che scappava sul tetto di una palazzina.

L’appartenente alle Fiamme gialle era stato subito sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per ridurre il vasto ematoma cerebrale temporale destro conseguenza della caduta. Era stato poi anche operato per la frattura al gomito destro. Da allora è rimasto sempre ricoverato nel reparto di Neurorianimazione, dove la sua situazione è andata giorno dopo giorno migliorando. Nei prossimi giorni verrà trasferito in un centro di riabilitazione.

 

To Top