Blitz quotidiano
powered by aruba

Meningite, allarme a Firenze dopo ricovero ragazzo 23 anni

Un ragazzo di 23 anni è ricoverato in terapia intensiva e l'allarme profilassi per la meningite è scattato per tutti coloro che l'hanno incontrato

FIRENZE – Un ragazzo di 23 anni è stato ricoverato al presidio ospedaliero Santa Maria Annunziata di Firenze in terapia intensiva per una meningite di tipo C. L’allarme meningite è scattato in città e l’Asl ha lanciato un’allerta perché tutti coloro che hanno incontrato il giovane si rechino in ospedale per sottoporsi alla profilassi.

Il giovane è stato ricoverato  la sera di domenica 31 gennaio e il 1° febbraio il laboratorio di immunologia dell’Azienda Ospedaliera Meyer di Firenze ha confermato la diagnosi di meningite di tipo C e fatto scattare l’allerta profilassi per chi tra il 23 e 24 gennaio ha frequentato alcuni locali a Firenze, scrive il Messaggero:

“Il giovane è in prognosi riservata e i sanitari riferiscono che, al momento, la situazione clinica è stabile e non presenta particolari complicazioni. A seguito della conferma dell’infezione è stata prontamente avviata dal dipartimento di prevenzione, l’inchiesta epidemiologica dalla quale è risultato che il ragazzo ha frequentato i seguenti luoghi: nella notte di sabato 23 gennaio dalle ore 22.30 alle ore 1 il locale The Lion’s Fountain Irish Pub in Borgo Albizi 34 a Firenze; nella mattina della domenica 24 gennaio dalle ore 1 alle ore 3 il locale Salamanca in via Ghibellina 80/R a Firenze.

La Asl ricorda che solo ed esclusivamente per chi ha frequentato questi locali in quella data è raccomandata la profilassi antibiotica da assumere il prima possibile su indicazione medica. L’invito non riguarda coloro che hanno frequentato i locali in altre date. Per la profilassi antibiotica gli interessati possono rivolgersi al proprio medico o pediatra di famiglia, ai servizi di guardia medica, oppure ai servizi di igiene pubblica competenti per territorio secondo il comune di residenza/domicilio. La Asl ricorda che la profilassi dovrà essere eseguita anche se è già stata effettuata la vaccinazione antimening”.


PER SAPERNE DI PIU'