Blitz quotidiano
powered by aruba

Merate, tragedia in cantiere: morto 42enne

MERATE – Un tragico incidente sul lavoro ha provocato una vittima a Merate: si tratta di un uomo di 42 anni, residente a Villa d’Adda, che ha perso la vita mentre era impegnato in un cantiere edile di via Monte Grappa. Lavorava per la società “edilizia Ravasio” di Carvico.

Il drammatico fatto, scrive Lecco Notizie,

è accaduto poco prima delle 10 di mercoledì mattina. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, il lavoratore, impegnato nello scavo   con pala meccanica in un  intervento sulla condotta fognaria, per la ristrutturazione di una vecchia palazzina, sarebbe sceso nella buca per collocare la pompa ad immersione per l’estrazione dell’acqua, quando una parete, resa instabile probabilmente dalla forte umidità provocata dalle piogge degli ultimi giorni, gli sarebbe franata addosso, coprendolo interamente di detriti. Soccorso anche un giovane collega, di 27 anni, di Sotto il Monte Giovanni XXIII, che, allontanatosi per recuperare l’attrezzatura ha assistito alla scena.

Sul posto, oltre al personale dell’ufficio prevenzione igiene e sicurezza degli ambienti di lavoro dell’A.T.S. di Monza Brianza e di Lecco, incaricato degli accertamenti tecnici di competenza, è giunta anche  il sostituto procuratore della Repubblica nonché il medico legale. Al termine dei primi accertamenti, le spoglie del defunto sono state trasferite presso la camera mortuaria dell’ospedale “A. Manzoni” di Lecco per il successivo esame autoptico, già fissato per la mattinata di venerdì 8 luglio.


TAG: