Blitz quotidiano
powered by aruba

Mercato San Severino: lite in auto, carabiniere uccide padre

SALERNO – Una lite in auto tra un carabiniere di 43 anni, Genny De Salvo, e suo padre di 73. Poi un colpo di pistola che uccide l’anziano. Un sottufficiale dei carabinieri in servizio alla compagnia di Catania di 43 anni ha ucciso il padre Federico De Salvo nel corso di una lite avvenuta, in auto, nei pressi del casello autostradale di Mercato San Severino (Salerno).

Sembra che i due abbiano avuto una lite quando il carabiniere ha estratto l’arma e ha sparato contro il padre, un uomo di 73 anni. In macchina erano da soli. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno. L’uomo – che non ha opposto alcuna resistenza – è accusato di omicidio.  Secondo quanto si è appreso, il sottufficiale era in licenza e non aveva dato segni di tensione prima della partenza.

Così il sito Puntoagronews:

Il fatto è avvenuto questa mattina a Mercato San Severino, dopo l’uscita del casello autostradale, nei pressi di un’area di manutenzione dove la vittima, un anziano 74enne era andato a prendere il figlio a Messina. I due viaggiavano in direzione sud quando si sarebbe scattato un acceso diverbio fino a che il maresciallo non gli ha sparato ed avrebbe anche lanciato il corpo del genitore dalla vettura.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castel San Giorgio che hanno arrestato il collega siciliano che ha anche opposto resistenza scagliandosi contro i militari. Il maresciallo si chiama Genny De Salvo, originario di Calvi Risorta, in provincia di Caserta, in servizio presso il nucleo radiomobile di Catania. Il padre è Federico De Salvo, 75 anni, anche lui di Calvi Risorta.