Blitz quotidiano
powered by aruba

Mestre, blitz nel supermercato per fucili nel portabagagli

VENEZIA – Un blitz della polizia in un supermercato vicino Mestre: nel bagagliaio di un’auto sono stati trovati alcuni fucili, anche se a quanto pare sarebbero solo fucili giocattolo da softair. Scrive Il Gazzettino:

Blitz della Polizia stamani verso le 11 nel posteggio del centro commerciale Auchan a Zelarino. Due uomini sono stati immobilizzati a terra: nel bagagliaio della loro Ford Fiesta sono stati trovati alcuni fucili. Tutto è nato dalla segnalazione di un cittadino che poco prima in via Torino aveva notato l’auto ferma in sosta con tre persone che guardavano nel bagagliaio dell’auto e gli sembrava di aver scorto la canna di un fucile. L’uomo ha immediatamente avvertito la polizia e ha inseguito la Fiesta fin sulla Castellana, poi l’ha persa di vista. Nel frattempo dalla questura è stata diramata la segnalazione e una Volante ha trovato il veicolo in sosta da Auchan. Arrivati i rinforzi la polizia è passata all’azione. I tre sono stati bloccati e portati in questura per l’interrogatorio. In corso accertamenti anche sui fucili trovati nel bagagliaio: non si esclude possano essere armi giocattolo da softair, prive comunque del tappo rosso. Da quanto trapelato i tre sarebbero tutti del Sud Italia.

Il Corriere del Veneto dà qualche altro dettaglio:

La polizia mercoledì mattina ha fermato nel parcheggio del centro commerciale Auchan tre uomini che erano stati segnalati come sospetti. Si tratta di tre italiani, secondo le prime informazioni residenti fuori provincia, che erano stati notati da un cittadino mentre passeggiava in via Torino. L’uomo era riuscito a scorgere due fucili spuntare dal bagagliaio della loro auto, una Ford Fiesta di colore nero. Ha deciso di seguirli in macchina, lungo la Tangenziale, mentre li segnalava alla polizia, fino a che li ha persi di vista. Gli agenti dell’antiterrorismo li hanno intercettati pochi minuti dopo nella zona del parcheggio del centro commerciale, dove li hanno fermati. I tre sono stati portati in questura e in queste ore sono in corso le procedure di identificazione da parte della Digos. Con sè avevano diverse armi, tutte da softair.


TAG: ,