Cronaca Italia

Mestre, lanciavano sassi contro un Frecciarossa: fermati 6 ragazzini. “Era una gara”

Mestre, lanciavano sassi contro un Frecciarossa: fermati 6 ragazzini. "Era una gara"

Mestre, lanciavano sassi contro un Frecciarossa: fermati 6 ragazzini. “Era una gara”

MESTRE – Si divertivano a lanciare sassi contro il treno. “Era solo un gioco”, hanno detto alla polizia ferroviaria che li ha stanati mentre si nascondevano tra i cespugli che costeggiano le rotaie. Per gli agenti è stato uno shock: a mettere in pericolo la vita di centinaia di persone erano stati sei giovanissimi, poco più che bambini, tutti tra i 7 e i 13 anni.

L’episodio risale a domenica sera, quando il macchinista di un Frecciarossa partito da Milano Centrale e diretto a Venezia Santa Lucia, ha dato l’allarme: due finestrini del treno erano stati rotti a causa di un lancio di sassi dalla massicciata. La polizia è subito accorsa sul posto, vicino alla stazione di Mestre e ha bloccato i due accessi alla linea. Perlustrando le zone intorno alle rotaie hanno visto alcune ombre che si muovevano furtive.

Fermati, i sei ragazzini hanno candidamente ammesso il loro gioco perverso: “Era una gara tra noi”. Nessuno di loro si era reso conto dell’incredibile pericolo che stavano correndo. Poi i poliziotti li hanno riaccompagnati a casa: per legge i minori di 14 anni non sono punibili. Ma il fatto è stato comunque segnalato l’Autorità Giudiziaria: saranno i genitori a doversi fare carico del risarcimento danni.

 

To Top