Cronaca Italia

Meteo Capodanno, arriva il grande freddo e porta via lo smog

Meteo Capodanno, arriva il grande freddo e porta via lo smog

Meteo Capodanno, arriva il grande freddo e porta via lo smog

ROMA – Sarà una notte di Capodanno all’insegna del freddo. Colpa di una perturbazione che arriva da una zona che di freddo se ne intende, la Siberia, e che arriverà a lambire l’Italia passando dalla scandinavia e dai paesi dell’Europa Orientale. A dire il vero, spiegano i meteorologi del sito 3bmeteo.com, l’Italia sarà toccata solo marginalmente dalla perturbazione. Ma questo non vuol dire che saremo risparmiati. Anzi. Le temperature scenderanno e non di poco proprio nella notte in cui quasi tutti saremo fuori per locali, per cene o semplicemente per sparare i botti (quelli legali, ovviamente).

Spiega 3bmeteo che in ogni caso l’ondata di freddo non sarà propriamente glaciale ma si limiterà, si fa per dire, a riportare le temperature in linea con le medie del periodo. 

Lungo il bordo orientale dell’anticiclone in rinforzo sulla Scandinavia scenderà una poderosa discesa di aria gelida che dalla Siberia si porterà sull’Europa orientale. La traiettoria più probabile di questa prima seria irruzione fredda stagione vede il coinvolgimento di Russia, Ucraina, Bielorussia parte dei Balcani e Turchia ( per maggiori dettagli consultate la sezione meteo Europa ).

L’Italia sarà interessata solo marginalmente sebbene si avrà comunque un calo delle temperature anche significativo rispetto ai valori attuali ( specie ad Est ), ma ci riporteremo semplicemente verso le medie del periodo.

Il freddo, in ogni caso, porta anche delle buone notizie. Soprattutto su uno dei fronti più caldi e angosciosi di questo periodo. Il versante smog. Ancora 3bmeteo:

Un miglioramento si dovrebbe avere sul fronte smog. Il grande gelo si fermerà infatti a due passi dall’Italia a causa della veemenza delle correnti atlantiche che terranno il lago gelido confinato ad est. Tuttavia con i primi di gennaio qualche perturbazione potrebbe da Ovest raggiungere l’Italia e non si esclude la possibilità di qualche sorpresa bianca. Mancano però ancora troppi giorni per fornire un quadro previsionale chiaro, si tratta ancora di ipotesi.

To Top