Cronaca Italia

Meteo Capodanno: neve, freddo, e al Centro Sud…

Meteo Capodanno: neve, freddo, e al Centro Sud...

Meteo Capodanno: neve, freddo, e al Centro Sud…

ROMA – Neve e freddo si sono abbattuti sul Sud Italia, come previsto dal meteo. Oggi i primi fiocchi e le prime segnalazioni di strade e località imbiancate. E la situazione non migliorerà a Capodanno.

Le previsioni di 3B Meteo per il 29 dicembre:

NEVE A BASSA QUOTA AL SUD – L’aria fredda dai Balcani è puntualmente arrivata. Nel corso della notte il fronte di irruzione polare ha raggiunto la nostra Penisola determinando un brusco raffreddamento. Sono in particolare la regioni del Sud quelle più coinvolte da pioggia, vento, freddo e neve a quote molto basse. Si tratta di fenomeni irregolari e in genere deboli, per via della mancanza di una vera e propria perturbazione ben strutturata, salvo casi localizzati in cui agiscono temporali in particolare sull’alta Calabria. Spolverata di neve si segnala in Puglia nella zona dei Trulli ( Alberobello ), neve in Basilicata ( specie potentino e Lagonegrese ), interne Campane, Nebrodi, Aspromonte e sulla Sila specie Greca. Imbiancata Potenza, leggera imbianca anche a Mottola (Ta), Martina Franca (Ta) e bassa Irpinia. Neve a pure Gambarie d’Aspromonte, fiocchi a Catanzaro.

VENTI FORTI E MARI IN BURRASCA – L’irruzione fredda è inoltre accompagnata da venti forti di Grecale e Tramontana con raffiche che hanno raggiunto gli 80 km/h. A causa delle condizioni meteo avverse per il forte vento ed il mare in burrasca sono state sospese le corse Milazzo-Eolie e Trapani-Egadi

TENDENZA METEO – Nelle prossime ore ci sarà ancora occasione per delle precipitazioni irregolari, domani la situazione tenderà a migliorare per via dello spostamento verso levante della bassa pressione che sta portando la neve anche ad Atene.

Le previsioni per Capodanno:

ALTA PRESSIONE IN ATTENUAZIONE – L’alta pressione con i primi di Gennaio subirà un’attenuazione e sposterà i propri massimi nel Nord Atlantico, dove si rafforzerà. Nel frattempo un lobo del vortice polare si porterà verso l’Europa settentrionale e di conseguenza l’aria fredda scenderà verso latitudini più meridionali. Le masse d’aria più fredde, sul bordo dell’anticiclone a ridosso dell’Europa occidentale, scivoleranno verso gli Stati orientali coinvolgendo in parte anche l’Italia.

PERTURBAZIONE AL CENTROSUD – A partire dal 2 Gennaio i primi fenomeni investiranno le regioni del medio-alto Tirreno (Toscana in primis), nonché Liguria orientale, Emilia Romagna e in parte anche il Triveneto. Dal 3 al 4 Gennaio saranno maggiormente coinvolte le regioni centro-meridionali, con nevicate sui rilievi localmente fino a quote collinari. Le temperature in quota, dopo la risalita attesa tra 30 e 31 Dicembre, torneranno a scendere su valori più invernali. La tendenza comunque vedrebbe un veloce miglioramento da ovest a partire dal 5. Vista la distanza temporale vi consigliamo di seguire gli aggiornamenti futuri.

To Top