Cronaca Italia

Michele Amedeo, netturbino ucciso in un agguato a Bari

Michele Amedeo, netturbino ucciso in un agguato a Bari

Michele Amedeo, netturbino ucciso in un agguato a Bari (foto d’archivio Ansa)

BARI – Un netturbino, Michele Amedeo, di 50 anni, incensurato, operatore ecologico, è morto dopo essere stato ferito da persone non ancora identificate, con colpi d’arma da fuoco. L’agguato è avvenuto a Bari ieri sera a tarda ora in via Fazio, nel quartiere San Paolo, ora nei pressi dell’Amtab, azienda di raccolta dei rifiuti urbani dove l’uomo lavorava. Soccorso dagli operatori 118 è morto dopo un’ora dal ricovero. L’uomo sarebbe stato affiancato da un’automobile dalla quale i sicari avrebbero sparato. Indagini sono in corso da parte degli agenti della squadra mobile della questura di Bari.

Repubblica Bari aggiunge:

San raffaele

A Bari è il terzo omicidio in poco più di un mese. I precedenti agguati erano avvenuti al quartiere Japigia dove sono morti due pregiudicati. Delitti nati all’interno dei dissidi tra clan che avevano destato molto allarme.

To Top