Cronaca Italia

Migranti devastano traghetto Tirrenia: in 50 dovevano essere rimpatriati

Migranti devastano traghetto Tirrenia: in 50 dovevano essere rimpatriati

NAPOLI – Un gruppo di 50 migranti ha scatenato il panico e devastato un traghetto della Tirrenia partito da Cagliari e diretto a Napoli. Gli immigrati erano destinatari di un decreto di espulsione e così sono stati imbarcati per avviare il viaggio, ma una volta saliti sul traghetto lo hanno danneggiato, mettendo le cabine a soqquadro e molestando gli altri passeggeri.

Nicola Pinna sul quotidiano La Stampa scrive che i migranti davanti al questore sembravano aver preso bene l’ordine di rimpatrio, ma una volta saliti a bordo anno devastato le cabine, mettendo a segno furti e molestando chiunque si trovasse davanti a loro:

“Sale e cabine sono state devastate, ma a ritrovarsi in balia della banda sono stati anche gli altri passeggeri. Nei vari piani della nave, infatti, c’è stato anche un vero e proprio assalto alle cuccette. I tentativi di fare irruzione nelle stanze non sono riusciti, ma quelle che erano rimaste aperte sono state devastate. Poi furti e anche molestie ai danni delle persone che per caso si sono ritrovate di fronte agli scalmanati.

Prima di arrivare al porto di Cagliari, il comandante del traghetto ha informato la polizia di tutto quello che stava avvenendo a bordo. Gli agenti della questura di Napoli hanno atteso l’arrivo della nave Janas e sono saliti a bordo per verificare quanto era appena accaduto. I cinquanta immigrati sono stati fermati e ora si attende qualche provvedimento”.

To Top