Blitz quotidiano
powered by aruba

Milano, ballerina Scala travolta da tram: era a telefono

MILANO – E’ stata travolta dal tram mentre era al telefono e si è sporta dal marciapiede della fermata. Antonina Chapkina, ballerina russa del Teatro La Scala di 26 anni, ora lotta tra la vita e la morte. L’incidente è avvenuto a Milano, dove la ballerina si è sporta proprio quando il mezzo stava arrivando, è stata travolta dal tram della linea 5 e sbalzata contro la strada, con la testa che ha colpito il ciglio del marciapiede. Un grave trauma cranico ed un ematoma alla testa fanno temere il peggio e la giovane promessa del balletto internazionale che dal Bolshoi è arrivata alla Scala ora si trova in prognosi riservata.

Valeria Crippa e Federico Berni scrivono sul Corriere della Sera nell’edizione di Milano che la Chapkina aveva il cellulare in mano e parlava al telefono al momento dell’incidente, avvenuto intorno alle 12 del 4 aprile:

“Ora Antonina Chapkina lotta tra la vita e la morte in un letto di Rianimazione dell’ospedale Niguarda. Le sue condizioni sono gravissime, la prognosi riservata. Accanto a lei ci sono gli amici, gli insegnanti, i maestri del corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano. Perché la ragazza, nata a Mosca, 26 anni compiuti lo scorso 20 marzo, è una delle promesse del balletto internazionale. La formazione tra la Scuola del Bolshoi di Mosca e il Mikhailovsky di San Pietroburgo, poi l’arrivo alla Scala con il passaggio ai primi ruoli da solista al Piermarini. Come quello, recente, della danzatrice araba nello «Schiaccianoci» di Duato.

Lesioni gravissime nella caduta
In un primo momento le condizioni della ragazza non sembravano gravissime. A rendere critica la situazione non sono stati i traumi dovuti all’impatto con il tram e quelli della caduta, ma la profonda ferita e l’ematoma alla testa. La ballerina russa è stata sottoposta a Tac e trasferita in Rianimazione. Nel pomeriggio gli agenti della polizia locale di Milano hanno contattato il consolato russo per rintracciare i genitori.

Una promessa del balletto
La ballerina vive nella zona di viale Monza, tra i quartieri Gorla e Precotto. Non è chiaro se si stesse dirigendo verso il teatro, anche perché al momento dell’incidente era sola. Gli investigatori hanno ascoltato anche il 41enne dipendente dell’Azienda dei trasporti milanesi che si trovava alla guida del tram. Stando a una prima ricostruzione la vettura viaggiava da via Vitruvio verso il Palazzo della Regione. L’incidente è avvenuto a mezzogiorno esatto in piazza Duca d’Aosta, proprio davanti al piazzale della stazione Centrale. Antonina Chapkina stava attraversando il tratto di strada dove si trovano i binari, in quel tratto protetti da due marciapiedi «salvagente». I pedoni avevano semaforo rosso, ma — come hanno raccontato i testimoni — più che attraversare la strada, la ragazza si è semplicemente sporta di qualche centimetro dal marciapiedi mentre parlava al cellulare. Antonina Chapkina risulta «aggiunta al corpo di ballo» della Scala ed è tra le emergenti su cui più sono puntati gli occhi della critica nelle ultime stagioni. Il 7 gennaio aveva danzato da protagonista, in coppia con Jacopo Tissi, altro emergente di rango, nel ruolo di Cenerentola nella recentissima «Cinderella» creata dal neodirettore del Balletto della Scala Mauro Bigonzetti per la coppia Roberto Bolle-Polina Semionova”.


PER SAPERNE DI PIU'