Blitz quotidiano
powered by aruba

Milano, Erik Martinelli travolto e ucciso treno a 14 anni. Parlava al cellulare

MILANO – Un ragazzo di 14 anni è stato travolto da un treno, alle 20.30 circa di martedì, presso un passaggio a livello in disuso a Perbiago, in provincia di Milano. Il giovane era probabilmente distratto dal telefono: forse parlava, forse rispondeva a dei messaggi e non si è accorto dell’arrivo a tutta velocità del mezzo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la vittima, Erik Martinelli, non è stata trasportata in ospedale perché morta sul colpo. La dinamica è ancora in via di ricostruzione, ma sembra che il ragazzo fosse al telefono o stesse guardando messaggi quando è stato travolto dall’Eurocity Venezia-Ginevra delle ferrovie svizzere.

Vicino al luogo dell’incidente è stata trovata anche la bicicletta di Martinelli. Dai primi accertamenti è emerso che il 14enne si trovava in un passaggio a livello chiuso da alcuni anni e non più utilizzabile, dunque. Non è chiaro per quale motivo il ragazzo si trovasse lungo i binari in quella zona.

Come riporta Il Corriere della Sera,

Erik, figlio unico, viveva coi genitori a Villapia, un’altra frazione di Parabiago. Aveva terminato la terza media. Appassionato di ciclismo, faceva parte di un gruppo sportivo locale. Secondo le prime indagini degli inquirenti, Erik sarebbe arrivato sul posto con la sua bicicletta, che è stata trovata parcheggiata a qualche metro di distanza, appoggiata a un muro. Poi si è avviato a piedi sui binari, con il cellulare in mano.

Mentre attraversava, Erik non si è accorto dell’arrivo del treno. Secondo quanto finora accertato dalle testimonianze, era distratto dal cellulare: probabilmente stava guardando i messaggi, oppure i social, e non ha sentito il rumore del convoglio. Le indagini – precisano i carabinieri di Legnano – sono ancora in corso. La salma del giovane si trova all’ospedale di Legnano.


TAG: