Blitz quotidiano
powered by aruba

Milano-Lecco: crolla cavalcavia su statale 36, tir finisce su auto: un morto

LECCO – Un cavalcavia è crollato nel pomeriggio di venerdì sulla statale 36 Milano-Lecco. Nel crollo sono rimaste coinvolte alcune vetture, colpite da un tir precipitato dal cavalcavia collassato. C’è una vittima accertata e almeno 4 feriti: si tratta dell’autista del tir, portato in ospedale con un trauma toracico, e tre bambini in codice giallo.

Il crollo sulla Statale 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’ è avvenuto, secondo quanto riferisce l’Anas, tra i comuni di Cesana Brianza e Annone. Sull’arteria ha ceduto un cavalcavia della strada provinciale n.49. Sul tratto, dove sono stati coinvolti veicoli in transito, sono intervenuti il personale del 118, le squadre Anas, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine per i primi accertamenti e le operazioni di soccorso.

Il cavalcavia è crollato sulla SS36 ad Annone Brianza alle 17.20: il ponte ha ceduto mentre stava transitando un tir con un trasporto eccezionale, che ha schiacciato alcune auto. La Milano-Lecco è bloccata in entrambe le direzioni di marcia. Le uscite obbligatorie sono a Suello in direzione sud e a Bosisio Parini in direzione Nord.

I vigili del fuoco sono al lavoro per sollevare il cavalcavia crollato sotto il quale si potrebbero trovare altre vetture con i loro occupanti. Da alcune scene filmate da altri automobilisti arrivati subito dopo il crollo, si vede un’ auto rossa schiacciata dalla cabina del tir. Ma potrebbero essercene altre sotto il ponte. Una vettura è inoltre rimasta in bilico sul cavalcavia spezzato, e un’altra che stava transitando è stata catapultata sul lato opposto.

LA DENUNCIA DI ANAS – L’Anas, società che gestisce la rete stradale ed autostradale italiana, aveva chiesto la chiusura del tratto di strada dove si trovava il cavalcavia nelle ore precedenti il crollo, ma la Provincia ha chiesto un’ordinanza formale da parte dell’ente. Nel frattempo il ponte ha ceduto. Questo, in sintesi, quanto afferma, in una nota, Anas.

“Alle 13:30 alla nostra sala operativa di Milano ci hanno chiamato dicendoci che c’erano dei calcinacci sulla Statale 36 e io sono arrivato in meno di 10 minuti, poi ho visto a 250 metri una pattuglia della polstrada e l’ho fermata e ho avvisato il mio ufficio”, ha detto Tindaro Sauta, il capocantoniere dell’Anas che è andato subito sulla statale 36 appena ricevuta la segnalazione dei calcinacci. L’Anas ha competenza sulla statale, ma non sul cavalcavia crollato che è provinciale.

(foto Ansa)

Immagine 1 di 4
  • Milano-Lecco: crolla cavalcavia su statale 36, tir finisce su auto: un morto
Immagine 1 di 4


PER SAPERNE DI PIU'