Cronaca Italia

Milano, Madonna oltraggiata sul balcone del palazzo occupato dagli anarchici

Milano, Madonna oltraggiata sul balcone del palazzo occupato dagli anarchici

MILANO – Una statua della Madonnina bendata e oltraggiata, affacciata sul balcone di una palazzina occupata dagli anarchici. Accade a Milano, in via Gadames, nella zona di Viale Certosa. La denuncia arriva dal settimanale Famiglia Cristiana che sul suo sito parla di “un oltraggio che lascia sgomenti” e pubblica una foto. Accanto alla statua c’è uno striscione con il simbolo degli anarchici e una scritta ingiuriosa a sfondo sessuale che “abbiamo dovuto oscurare”, scrive il periodico cattolico.

A segnalare l’increscioso episodio sono stati alcuni parrocchiani di Santa Maria Assunta della Certosa di Garegnano. Lo stabile è di proprietà dei Padri Passionisti ed è disabitato da sette anni, racconta Famiglia Cristiana. È composto da tre piani di circa 120 metri quadrati l’uno. Dal settembre scorso, un gruppo di anarchici lo ha occupato abusivamente.

I proprietari li hanno denunciati ma gli occupanti non sono stati ancora sgomberati. “È un offesa al quartiere e alla comunità – dice una signora che fa parte del Consiglio pastorale parrocchiale e non vuole comparire col nome – prima che arrivasse questo gruppo di anarchici insieme ad un’altra famiglia avevamo trovato un accordo con la Congregazione dei Passionisti per rilevare l’immobile in quanto il nostro cammino di uomini e soprattutto di cristiani da qualche anno è maturato in un progetto che vogliamo mettere al servizio della nostra realtà parrocchiale e del quartiere”.

La comunità definisce il gesto un “oltraggio che è gratuito e non riusciamo a spiegarci”. “Sarebbe auspicabile, in tempi brevi – scrive Famiglia Cristiana – l’intervento delle forze dell’ordine per porre fine a una situazione di palese illegalità e anche un appello contro il vergognoso oltraggio che offende il sentimento non solo dei fedeli cattolici ma di tutti i milanesi da parte del Sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Quest’ultimo, insieme all’assessore Rozza, già contattato ed informato dei fatti”.

In una nota la Diocesi ha espresso la sua indignazione:

“Nel giorno in cui tutta la Chiesa celebra la Madonna di Fatima e a Milano decine e decine di migliaia di persone stanno transitando dal Duomo per venerare la Madre di Dio, pregare, trovare conforto nelle prove della vita, fa particolarmente male apprendere dell’oltraggio che da settimane si sta consumando in città in via Gadames”.

“Non si comprende quale e quanta intelligenza ci sia in questo gesto sacrilego ai confini del reato: ad offendere è la stupidità vuota di questa azione – prosegue la Diocesi ambrosiana – Si confida nell’intervento, già tardivo, di chi ha il potere di fare cessare una simile oscenità”.

“Ad essere feriti, insieme ai cattolici di questa città, sono tutti i milanesi che guardando alla Madonnina si sentono protetti e trovano in questa presenza ragione di speranza – conclude il comunicato – Libertà religiosa è anche poter essere tutelati nel rispetto dei segni della propria fede”.

To Top