Cronaca Italia

Milano: studentesse molestate da ragazzini egiziani. Ma alcuni sono troppo piccoli…

Milano: studentesse molestate da ragazzini egiziani. Ma alcuni sono troppo piccoli, non si può fare niente

Milano: studentesse molestate da ragazzini egiziani. Ma alcuni sono troppo piccoli, non si può fare niente (foto Ansa)

MILANO – Due ragazze sono state aggredite da una banda di ragazzini egiziani all’interno del parco Monte Stella a Milano. I carabinieri hanno arrestato un 15enne e ne hanno denunciato un altro – entrambi egiziani – con l’accusa di violenza sessuale per averle molestate. Il pomeriggio di domenica 1 ottobre le due giovani, due universitarie ucraine di 21 e 23 anni, stavano passeggiando all’interno del parco quando all’improvviso sono state accerchiate da un gruppo di minorenni in sella a biciclette prelevate a noleggio. A far parte della banda, due quindicenni e due tredicenni, per i quali non è stato possibile procedere a causa dell’età. Dopo alcuni minuti di molestie verbali, secondo quanto hanno raccontato le due studentesse agli inquirenti, due del gruppo hanno cominciato a palpeggiare le donne. A quel punto una delle vittime ha reagito spingendo con forza uno degli aggressori e riuscendo a mettere in fuga l’intero gruppo.

Attraverso l’ analisi dei noleggi delle bici i militari sono risaliti agli autori della violenza. I carabinieri hanno così fermato i componenti del branco, pochi minuti dopo la denuncia, in piazzale Lotto. Uno, come detto, è stato arrestato e condotto al carcere Beccaria. Un altro, che avrebbe solo assistito all’ aggressione, è stato denunciato. I due ragazzini più piccoli sono stati affidati ai loro genitori. “Ormai si può dire che le donne che vanno al parco da sole a Milano rischiano grosso” ha commentato Riccardo De Corato, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia. “Dove erano i controlli nei parchi? Dove erano i vigili di quartiere” ha aggiunto De Corato, ricordando che quando c’era l’ amministrazione di centrodestra “il Comune schierava i vigili nei parchi di domenica, in modo da monitorare i grandi spazi e dare sicurezza specialmente alle donne, che non devono aver paura di girare da sole”.

To Top