Blitz quotidiano
powered by aruba

Milano, uomo nudo precipita da un palazzo. Fuggiva da un marito geloso?

MILANO – Uomo precipita da un palazzo a Milano, in viale Jenner: ricoverato in ospedale, è in coma nel reparto di rianimazione. Si indaga sulla dinamica dell’incidente: scartata l’ipotesi di un omicidio, si punta sulla pista del tentato suicidio o di una caduta accidentale durante una fuga. E prende forma l’ipotesi che l’uomo, un giovane italiano incensurato di 20-25 anni, stesse scappando da un appartamento dopo essere stato sorpreso da un marito tradito in compagnia di una donna sposata.

Ad avvalorare quest’ipotesi c’è il fatto che il giovane, quando è stato trovato ai piedi del poliambulatorio medico e odontoiatrico di viale Jenner 73, indossava solo una maglietta: niente mutande né pantaloni. Indice che probabilmente era dovuto scappare in tutta fretta.

A dare l’allarme è stata una addetta alla reception del poliambulatorio intorno alle 8 di venerdì mattina. L’uomo è stato soccorso, ma le sue condizioni sono gravissime: è stato ricoverato nel reparto di neurorianimazione all’ospedale Niguarda con diverse fratture craniche e in coma per una emorragia cerebrale. I danni neurologici sono definiti al limite dell’irreparabile. Oltre alle fratture e ai lividi, probabilmente causati dalla caduta, sul corpo non ci sono segni di aggressione.

Per capire come siano andate davvero le cose i carabinieri stanno raccogliendo le immagini delle videocamere di sorveglianza della zona, nella speranza di riuscire a ricostruire gli ultimi minuti di vita dell’uomo. Non è chiara nemmeno l’ora della caduta.

Nel palazzo ci sono solo uffici, e alla fine della giornata si svuota. Più probabile, quindi, che l’uomo sia fuggito su per i tetti da un altro edificio. Ma da dove e perché è ancora presto per dirlo.