Cronaca Italia

Modena, bomba carta alla Scuola di polizia a 2 giorni dall’evento di Vasco Rossi

Modena, bomba carta alla Scuola di polizia a 2 giorni dall'evento di Vasco Rossi

Modena, bomba carta alla Scuola di polizia a 2 giorni dall’evento di Vasco Rossi (Foto Google Earth)

MODENA – Esplosione giovedì mattina all’alba davanti alla sede della Sipl, la Scuola interregionale della polizia locale, di via Busani a Modena. La bomba carta, secondo le prime informazioni, potrebbe essere stata lasciata lì da gruppi antagonisti, ma le indagini sono in corso. La concomitanza della deflagrazione con ‘Modena Park’, per creare ‘disturbo’ a una città molto impegnata per l’evento, appare invece evidente. Sul posto polizia di Stato, carabinieri, artificieri e polizia scientifica.

Nel giorno dell’inizio vero e proprio dell’evento di Vasco Rossi, un concerto da 220mila persone in programma sabato, ignoti si sono introdotti nel cortile della scuola (chiusa a quell’ora) e, intorno alle 4:40, hanno fatto esplodere un ordigno rudimentale, pare composto da bombolette di gas, che ha provocato danni ad uno degli ingressi laterali: la saracinesca è stata fusa dal fuoco. Diversi residenti si sono svegliati e hanno riferito ai vigili del fuoco di aver udito tre detonazioni.

“Un atto di vandalismo da condannare, forse una stupida provocazione di qualche imbecille che però non riuscirà a rovinare la festa che stiamo preparando”: interviene così il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, a commentare l’esplosione che ha provocato alcuni danni nella sede della Scuola interregionale di polizia locale, fondazione di cui è socio anche il Comune di Modena, proprietario dell’edificio.

San raffaele

“I lavori per preparare la città all’evento di Modena Park – aggiunge il sindaco – hanno avuto come fulcro il tema della sicurezza con una stretta collaborazione con Prefettura, Questura e tutte le forze dell’ordine. Non sarà certo una provocazione di questo tipo a turbare il clima di festa che accompagna il concerto”. “Ferma condanna dell’attentato” anche da parte del segretario cittadino del Pd, Andrea Bortolamasi, e della capogruppo Pd in Comune, Grazia Baracchi, che si dicono “preoccupati per l’incremento di episodi violenti e di intolleranza in città”.

To Top