Cronaca Italia

Monopoli, Giuseppe Dibello ucciso per rapina: fermati due minorenni

Monopoli, Giuseppe Dibello ucciso per rapina: fermati due minorenni

Monopoli, Giuseppe Dibello ucciso per rapina: fermati due minorenni

BARI – Due minorenni sono stati fermati a Monopoli per la morte di Giuseppe Dibello, l’uomo di 77 anni precipitato da una scogliera in mare. Secondo le accuse, i due ragazzini di 17 e 15 anni avrebbero cercato di rapinare l’anziano e poi lo avrebbero spinto giù dalla scogliera, causandone la morte. I due minorenni sono stati fermati con l’accusa di omicidio volontario grazie alle testimonianze raccolte dai carabinieri.

I fermi sono stati disposti dalla Procura presso il Tribunale per i minorenni di Bari ed eseguiti dai carabinieri. I due ragazzi sono attualmente detenuti nell’istituto minorile Fornelli di Bari. Secondo la ricostruzione degli agenti, Dibello era arrivato a Gigloverde insieme all’amico Gesumino Aversa e i due hanno preso un caffè al bar. Proprio lì la vittima è stata notata dai due ragazzi, che lo hanno seguito lungo il percorso pedonale fino alla scogliera, dove sono passati all’azione.

San raffaele

I due amici erano di spalle quando sono stati spinti giù dalla scogliera. Aversa è precipitato in acqua, Dibello invece ha battuto la testa sugli scogli ed è morto annegato.  Decisive per l’inchiesta sono state le dichiarazioni dei quattro adolescenti che hanno soccorso Dibello e l’amico e che hanno visto due ragazzi scappare in direzione opposta. Erano sulla scogliera quando hanno sentito un tonfo e le richieste di aiuto da parte di Gesumino.

To Top