Blitz quotidiano
powered by aruba

Montagna, morti due escursionisti in Piemonte: uno aveva 23 anni

TORINO – Domenica nera in montagna: in Piemonte sono morti due escursionisti, uno dei quali aveva appena 23 anni. Nella mattinata un cinquantenne è morto in un incidente in Valsesia, nel territorio di Varallo (Vercelli). L’uomo è precipitato mentre percorreva la ferrata Falconera, a circa 750 metri di quota. A dare l’allarme è stato il fratello e sul posto è intervenuto personale del 118 e del soccorso alpino, con un elicottero. Il corpo è stato recuperato da una squadra a piedi.

L’uomo, un cinquantacinquenne di Reggio Emilia, è precipitato da quota 3.200 metri mentre percorreva un passaggio attrezzato della cresta dello Stolemberg. A svolgere gli accertamenti sono i carabinieri di Gressoney (Aosta).

Nelle stesse ore un altro scalatore è morto: è accaduto nella zona di Chialamberto, in Val Grande, una delle Valli di Lanzo. Il giovane è precipitato a 1.400 metri di quota mentre affrontava i Torrioni del Biollé. Alcuni scalatori, impegnati su una vicina parete nel Bec di Mea, hanno dato l’allarme. Sul posto è intervenuto il soccorso alpino con un elicottero.

La vittima è Alessandro Tibone, 23 anni, residente a Lanzo Torinese e studente al Politecnico di Torino. Il giovane, figlio del gestore di un’impresa di pompe funebri, era conosciuto per la sua passione per l’alpinismo. Con lui al momento dell’incidente si trovava un amico che ha dato l’allarme. La caduta di circa 30 metri, però, non gli ha lasciato scampo.