Blitz quotidiano
powered by aruba

Montaione, Rina Checcacci investita da scooter: morta dopo 24 ore di agonia

FIRENZE – Investita da uno scooter, Rina Checcacci ha lottato per 24 ore tra la vita e la morte, ma non ce l’ha fatta. L’anziana, che aveva 77 anni, è morto dopo un giorno di agonia domenica 30 ottobre nel reparto dell’ospedale Careggi di Firenze in cui era stata ricoverata dopo essere stata investita la mattina di sabato 29 ottobre. Il suo investitore, un ragazzino di 16 anni, è ora indagato per omicidio colposo.

Francesco Turchi sul quotidiano Il Tirreno scrive che la donna è stata investita poco prima delle 10 del mattino di sabato 29 ottobre e che le sue condizioni erano apparse da subito gravissime, tanto che l’ambulanza arrivata sul posto ha allertato l’elisoccorso affinché fosse trasportata all’ospedale Careggi:

“Ora il sedicenne che era alla guida dello scooter Piaggio, è indagato per omicidio colposo. I rilievi dell’incidente sono stati effettuati dalla pattuglia del comando territoriale della polizia municipale dell’Unione, che ora dovrà chiarire la dinamica anche attraverso la raccolta delle testimonianze, a cominciare da quella fornita dal ragazzo (rimasto praticamente illeso nell’impatto).

Secondo quanto è emerso dai primi accertamenti – infatti – Rina è investita sulle strisce pedonali, all’altezza del negozio di frutta e verdura. Nell’impatto l’anziana aveva riportato un’emorragia cerebrale e varie fratture. Da qui la corsa in ambulanza fino al campo sportivo di Montaione e il trasferimento con l’elisoccorso a Careggi, dove però Rina Checcacci era arrivata in condizioni disperate”.


PER SAPERNE DI PIU'