Blitz quotidiano
powered by aruba

Montebelluna, a 16 anni si impicca in casa a Capodanno

Lorenzo Carinato si è ucciso a 16 anni nella sua casa di Montebelluna. A trovarlo è stata la madre, ma nonostante i soccorsi non c'è stato nulla da fare

TREVISO – Si è tolto la vita impiccandosi nella sua camera nella casa di Montebelluna, in provincia di Treviso, la sera di Capodanno. Lorenzo Carinato, un ragazzo di appena 16 anni, si è ucciso il 31 dicembre 2015. “Alla cena ci sarò“, aveva detto agli amici del teatro del liceo Levi di Montebelluna. A trovare il corpo la madre del giovane, che ha subito chiamato i soccorsi. Inutili i tentativi di rianimazione, il ragazzo è morto e non ha lasciato alcun biglietto per spiegare i motivi del suo gesto.

Laura Bon sul Gazzettino scrive che Lorenzo aveva solo 16 anni ed era un ragazzo normale, sportivo e intelligente. Tanti amici, la passione per la musica, il basket e il teatro:

“Lorenzo era bravo a scuola, ma non il classico secchione. Per lui andare a scuola significava pure partecipare ai corsi di teatro e tutti lo ricordano nell’interpretazione del miliardario in “A qualcuno piace caldo” presentato a maggio e replicato in novembre. E ora fa venire i brividi il suo «il 2 ci sarò» relativo alla partecipazione a una cena del gruppo di teatro. E poi c’era anche il basket, con il Valdobbiadene lab. Ma c’erano anche tanti amici e amiche cui Lorenzo voleva bene, ricambiato. Per una di loro, che compiva gli anni proprio ieri, Lorenzo compariva anche in un video che, preparato nei giorni scorsi, doveva essere una sorpresa.

Ieri i messaggi sono circolati, oltre che nei vari gruppi di Whatsapp, anche sul web, dove qualcuno si pone mille domande e altri testimoniano a Lorenzo la loro amicizia. “Dicono che i post su Facebook rimangano circa 90 anni -scrive una delle amiche più care- Stai certo che il tuo ricordo rimarrà molto più a lungo”. E un’altra: “Buon anno anche a te Lollo. Che sia per te l’inizio di una felicità sconfinata, Ti meriti tutte le cose migliori”. E un’altra ancora, prima di un «ci mancherai un casino, Lorenzo», cita il discorso di Papa Francesco e il suo «non rinunciare mai alle persone che ami. Non rinunciare mai alla felicità, poiché la vita è uno spettacolo incredibile». Per un attimo, purtroppo, Lorenzo l’ha dimenticato”.


PER SAPERNE DI PIU'