Cronaca Italia

Montelupo Fiorentino, sms dal telefono della 17enne aggredita: “Domani sarò morta”

Montelupo-Fiorentino

L’sms shock dal telefono della 17enne aggredita a Firenze

ROMA – “Domani sarò morta, addio tesoro”. Questo l’ sms inviato a un amico dal telefono della 17enne trovata ferita in una pozza di sangue nel parco dell’Ambrogiana a Montelupo Fiorentino. Il ragazzo ha mostrato in esclusiva alle telecamere di Mattino Cinque i messaggi ricevuti dalla 17enne prima dell’aggressione.

“E’ improbabile che l’abbia mandato lei”, sostiene il ragazzo, che racconta di aver visto l’amica sia all’interno sia fuori dalla discoteca. “Aveva litigato con i suoi amici fuori dal locale, anche in modo abbastanza acceso, era con loro per cui dubito che sia andata da sola nel parco”, aggiunge ancora il giovane che descrive quei giovani come “ragazzi agitati, abbastanza casinisti”. La ragazza è ricoverata in terapia intensiva, con una frattura al cranio, e i medici definiscono “stabili” le sue condizioni.

La minorenne non ha subito violenza sessuale e l’aggressione non sarebbe stata a scopo di rapina, anche se la sua borsa ed il suo cellulare non ci sono. La borsa era stata trovata da un passante che, dopo averne controllato il contenuto, ha detto di averla lasciata su un vicino muretto, dal quale però poi è sparita. Non si trova neanche il cellulare della ragazza, che risulterebbe spento. Gli investigatori della polizia hanno anche sequestrato, nel corso dei sopralluoghi, la testa in metallo di un martello, ma non ci sono certezze sul fatto che possa trattarsi del corpo contundente che ha provocato alla 17enne il forte trauma cranico.

To Top