Cronaca Italia

Montese, tecnico ripara antenna sul campanile e rimane folgorato

Montese, folgorato mentre lavora sul campanile della chiesa

Montese, folgorato mentre lavora sul campanile della chiesa

MODENA – Un uomo ha rischiato di morire folgorato mentre lavorava sul campanile della chiesa di Montespecchio, frazione di Montese. Il tecnico di 45 anni, originario di Rio Saliceto, era stato chiamato per riparare un’antenna sul campanile che non funzionava dopo essere stata colpita da un fulmine durante un temporale. Non appena l’uomo si è avvicinato, l’energia elettrica rimasta intrappolata nella struttura l’ha attraversato e folgorato. Subito soccorso, le sue condizioni non sono gravi.

Marco Costanzini su La Gazzetta di Reggio Emilia scrive che l’incidente fortunatamente si è concluso con un grande spavento e ferite superficiali, ma il tecnico della Sitip, azienda che si occupa di impianti di sicurezza e telecomunicazioni, ha rischiato di morire:

“Quando il 45enne di Rio Saliceto ha iniziato le procedure per raggiungere l’antenna, salendo con il camiongrù fino all’altezza delle campane, è avvenuto l’imprevisto che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia: la struttura del campanile, infatti, aveva trattenuto parte della carica elettrica.

Ancor prima di raggiungere l’antenna, non appena dal cestello è entrato in contatto con il supporto metallico che la sosteneva, S. R. è rimasto folgorato. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri di Montese, la medicina del lavoro e i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza tutta l’area.

L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Vignola, dove i medici lo hanno sottoposto ad elettrocardiogramma e altri esami specifici. Le sue condizioni già in quel momento non erano gravi. La tragedia è stata dunque solo sfiorata: tutto si è risolto con un grosso spavento”.

To Top