Cronaca Italia

Monza, droni per i vigili: è il piano sicurezza del sindaco Dario Allevi

Monza, droni per i vigili: è il piano sicurezza del sindaco Dario Allevi

Monza, droni per i vigili: è il piano sicurezza del sindaco Dario Allevi

MONZA – A Monza la polizia locale avrà un’arma in più: i droni. Annunciati in campagna elettorale dal sindaco Dario Allevi, verranno usati per pattugliare aree difficili da raggiungere come il Parco, spiega il Giorno. 

I droni faranno parte delle nuove attrezzature in dotazione ai vigili, insieme a spray urticanti e giubbotti antitaglio. Il Comune aumenterà anche le telecamere di videosorveglianza, migliorerà l’illuminazione e istituirà controlli dei cittadini attraverso l’avvio di esperienze di “controllo di vicinato” nei quartieri.

A Monza potrebbe presto arrivare anche l’esercito, dato che la Prefettura ha chiesto soldati dell’operazione Strade Sicure per presidiare la città. Verrà implementato il presidio della polizia locale alla stazione, in quella che è la zona percepita come più degradata e insicura della città.

Spiega il Giorno: 

Sulla questione profughi da una parte c’è lo stop a nuova accoglienza dall’altro si vuole far lavorare chi è già ospitato. «Ho detto al prefetto che Monza ha già fatto la sua parte – ha spiegato Allevi -. Ci opporremo a ulteriori richieste di accoglienza di profughi in città. Monza ha già superato abbondantemente le proporzioni previste sia da Anci sia dal ministero di 2,5 profughi ogni mille abitanti visto che ora ce ne sono già quasi 500 in città». E per i richiedenti asilo presenti in città «valuteremo modi per coinvolgerli in attività di pubblica utilità».

 

 

To Top