Blitz quotidiano
powered by aruba

Monza, forza posto di blocco e tenta di investire poliziotti

MONZA – Un uomo ha forzato il posto di blocco senza fermarsi all’alt intimato dagli agenti della Polizia Locale in via Lario, a Monza, e ha cercato di investire le forze dell’ordine, poi ha speronato più auto per assicurarsi la fuga e infine, come se niente fosse, ha imboccato il vialetto della sua abitazione e ha provato a far perdere le sue tracce.

Tutto è iniziato intorno alle 16.30 di mercoledì pomeriggio, 11 maggio, quando B.G. (queste le iniziali dell’uomo), alla guida di una Fiat Punto gialla con il telefono cellulare alla mano, non si è fermato a un controllo della polizia locale all’altezza del ponte sulla Valassina.

L’uomo ha tentato di investire un agente e poi è fuggito via a bordo della vettura in direzione di Piazzale Virgilio. “Non vi avevo riconosciuto”, ha poi provato a giustificarsi con gli agenti della polizia locale il fuggitivo una volta bloccato e arrestato. Quando l’auto era ormai ferma e il 45enne sembrava non avere altre vie di scampo, l’uomo ha iniziato a tamponare la pattuglia della locale e le vetture che aveva attorno per assicurarsi lo spazio necessario a riprendere la marcia.

Gli agenti hanno così infranto, pistola alla mano, il finestrino della Punto e hanno estratto le chiavi dal quadro per impedire che il fuggitivo potesse riprendere la fuga. Una storia davvero assurda, per fortuna conclusasi nel migliore dei modi. Nessun ferito. Ora si attendono le parole dell’uomo per giustificare questo folle gesto.


TAG: ,