Cronaca Italia

Multe, i Comuni “campano” con autovelox e strisce blu: la mappa

Multe, i Comuni "campano" con autovelox e strisce blu: la mappa

Multe, i Comuni “campano” con autovelox e strisce blu: la mappa

ROMA – Quando pagate una multa state in realtà pagando una tassa occulta, fondamentale per non far saltare in aria i conti dei Comuni italiani. Come ricorda il Quotidiano.net, sono soprattutto quattro città, Milano, Roma, Firenze e Bologna, a reggersi sulle contravvenzioni.

Nelle dieci principali città italiane l’incasso legato alle multe arriva a 498 milioni di euro, e in alcuni casi è paragonabile addirittura al prelievo di Imu, addizionale Irpef e tassa sui rifiuti. È il caso di Milano, dove le multe portano nelle casse di Palazzo Marino 200 milioni di euro (nel 2015, nel 2016 si è scesi a 157 milioni), il 12% delle entrate (l’addizionale Irpef vale 198 milioni di euro, l’imposta di soggiorno 41,4 milioni).

La vera beffa è che ogni anno i Comuni italiani impostano i loro bilanci di previsione in base a questi incassi, fissando obiettivi spesso molto alti. Di fatto, decidono quanto serve incassare dalle multe nei 12 mesi successivi per far quadrare i conti.

A Roma e Milano, ricorda sempre il Quotidiano.net, nel 2017 si pensa di incassare oltre 20 milioni in più. A Bologna e Firenze nel 2016 si sono registrati incrementi significativi (rispettivamente +41,2% rispetto al 2014 e +19% rispetto al 2015). Il capoluogo emiliano è da record: media di 1.850 verbali al giorno, 77 all’ora.

To Top