Cronaca Italia

Multe prese di notte sono più care: ecco quali aumentano dalle 22 alle 7

Multe prese di notte sono più care: ecco quali aumentano dalle 22 alle 7

Multe prese di notte sono più care: ecco quali aumentano dalle 22 alle 7

ROMA – Le multe prese di notte costano di più. Come stabilito da una legge del 2009 e ricordato dal sito La Legge per tutti, le violazioni del codice della strada commessa tra le 22 e le 7 di mattina costano fino ad un terzo in più rispetto alle analoghe multe prese di giorno.

L’aumento della contravvenzione non riguarda però tutte le violazioni, ma solo alcune, come l’eccesso di velocità, il passaggio con il semaforo rosso, l’inversione di marcia o la violazione della distanza di sicurezza.

Vediamo nel dettaglio gli articoli del codice della strada che prevedono un aumento delle multe elevate durante la notte.

Articoli 141 e 142 codice della strada: questi articoli stabiliscono i limiti di velocità sulle strade e ricordano inoltre che, a prescindere dai limiti legali, il conducente deve regolare la velocità del veicolo sempre in base alle caratteristiche, allo stato ed al carico del veicolo stesso, alle caratteristiche e alle condizioni della strada e del traffico e ad ogni altra circostanza di qualsiasi natura. (…)

Articolo 145 codice della strada: disciplina l’obbligo di dare la precedenza a chi viene da destra. La giurisprudenza ha anche elaborato la regola della cosiddetta precedenza di fatto: se l’auto di sinistra ha già impegnato l’incrocio, quella da destra deve comunque garantirle la precedenza (…)

Articolo 146 codice della strada: disciplina i casi di violazione della segnaletica stradale. L’utente della strada è tenuto ad osservare i comportamenti imposti dalla segnaletica stradale e dagli agenti del traffico.

Articolo 149 codice della strada: stabilisce la distanza di sicurezza tra i veicoli. Durante la marcia i veicoli devono tenere, rispetto al veicolo che precede, una distanza di sicurezza tale che sia garantito in ogni caso l’arresto tempestivo e siano evitate collisioni con i veicoli che precedono.

Articolo 154 codice della strada: regola le ipotesi di cambio di direzione o di corsia, stabilendo il comportamento che deve tenere il conducente nel momento in cui intende eseguire una manovra per immettersi nel flusso della circolazione o per cambiare direzione o per fare retromarcia. Viene disciplinato anche l’uso delle frecce di direzione;

Articolo 174 codice della strada: punisce la guida oltre i limiti di durata per i veicoli adibiti al trasporto di persone o cose;

Articolo 176 codice della strada: regola il comportamento sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali e contiene il divieto di: invertire il senso di marcia e attraversare lo spartitraffico (…);  effettuare la retromarcia (…);
circolare sulle corsie per la sosta di emergenza se non per arrestarsi o riprendere la marcia;
circolare sulle corsie di variazione di velocità se non per entrare o uscire dalla carreggiata;

Quindi le sanzioni per essere aumentate di un terzo devono riguardare la violazione di uno di questi articoli.

 

To Top