Blitz quotidiano
powered by aruba

Nadia Arrigoni: “Massimo Bossetti dolce e affettuoso…”

BERGAMO – “Massimo è un uomo dolce e affettuoso. Commentammo insieme il caso Yara Gambirasio, preoccupati per i nostri figli”. Sono le parole in aula di Nadia Arrigoni, la moglie del fratello di Marita Comi, moglie di Bossetti.

Nadia Arrigoni e Marita Comi sono legate da una profonda amicizia e confidenza. In aula ha risposto alle domande dell’avvocato dei Gambirasio, Enrico Pelillo, e dei difensori di Bossetti, gli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini. “Se Marita non fosse convinta dell’innocenza di Bossetti, l’avrebbe lasciato”, ha dichiarato la cognata dell’imputato. Lei e il marito frequentavano spesso i coniugi Bossetti e, come ha raccontato Arrigoni in aula, in alcune occasioni avevano commentato il caso Yara esprimendo “preoccupazione per i nostri figli”. Nadia Arrigoni in aula ha raccontato anche che in passato la famiglia Bossetti aveva avuto problemi economici in seguito ai quali aveva cambiato casa.

Marita Comi, moglie di Massimo Bossetti, contrariamente alla madre dell’uomo Ester Arzuffi, ha scelto di rispondere alle domande nel processo a carico di suo marito per l’omicidio di Yara Gambirasio. Rispondendo alle domande del pm, Letizia Ruggeri, sulle ricerche trovate nei due computer di casa ha spiegato di non aver “mai fatto ricerche su tredicenni”. Per quanto riguarda le ricerche a sfondo grafico, Marita Comi ha detto che “qualche volta le facevo io, qualche volta insieme, oppure io da sola”.