Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, accoltellato per un pranzo al centro di accoglienza

NAPOLI  –  Accoltellato per un pranzo al centro di prima accoglienza di Napoli, nella zona dei tribunali: un giovane di 26 anni del Mali è stato accoltellato da un nigeriano di 24 anni durante un diverbio per una festa che il maliano avrebbe voluto dare per aver ottenuto il permesso di soggiorno. 

Il giovane di 26 anni voleva organizzare il pranzo per tutti ma per preparare il suo pollo con patate aveva bisogno di quasi tutti i fornelli disponibili. Il nigeriano si è rifiutato di partecipare, ma quando si è reso conto che per preparare il suo pranzo doveva fare i conti con un calo della tensione elettrica determinata dai fornelli utilizzati dal giovane maliano, a cui servivano tutti gli otto fuochi del piano cucina, prima ha staccato il contatore e poi lo ha colpito due volte, vicino alle ascelle, con un coltello da cucina con una lama lunga 31 centimetri.

Solo l’intervento immediato degli altri ospiti ha evitato il peggio ed ha anche evitato la fuga del nigeriano che è stato arrestato. Per il ferito, che è stato subito trasportato in ospedale, ci sono 15 giorni di prognosi. Il giovane nigeriano è stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia “Vicaria-Mercato” con l’accusa di tentato omicidio. 

 

 

 


TAG: ,