Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, Giuseppe Matino ucciso mentre andava al lavoro

NAPOLI – Un uomo di 35 anni incensurato, Giuseppe Matino, è stato trovato morto lunedì mattina in via Casanova a Napoli. In strada e su uno scooter, distante una cinquantina di metri dal cadavere, i carabinieri hanno trovato evidenti tracce di sangue. Trovati anche due bossoli e due ogive. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Investigativo.

Secondo quanto è emerso dai primi rilievi del Reparto Investigazioni Scientifiche dei carabinieri di Napoli era proprio Giuseppe Matino l’obiettivo dei sicari che hanno sparato in via Casanova. Matino è stato trovato cadavere all’alba con un paio di colpi di pistola al torace. È stato colpito a morte mentre si stava recando al lavoro in una pasticceria di via Marina: i sicari si sono affiancati con il loro scooter a quello di su cui viaggiava Matino e hanno sparato 4-5 colpi di pistola calibro 9 alcuni dei quali hanno raggiunto l’uomo al torace.

Il cadavere di Matino è stato scoperto sui binari della linea tramviaria di via Casanova. La circolazione dei mezzi è stata bloccata per la presenza del corpo. Notevoli i disagi per la circolazione. La scena del delitto si estende per circa 200 metri. Probabilmente, ma si tratta di aspetti ancora da approfondire, Matino è stato colpito ed ha tentato la fuga ma è finito poi a terra, forse per le gravi ferite riportate. A terra sono stati trovati il casco ed il telefonino.

 


TAG: