Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, raffiche di mitra contro caserma a Secondigliano

NAPOLI – Raffiche di mitra sono state esplose nella notte contro l’edificio della stazione dei Carabinieri nel quartiere Secondigliano, a Napoli. Dieci i colpi esplosi. Secondo l’ Arma a sparare sarebbero stati dei giovanissimi. “Non ci faremo intimidire”, ha commentato il generale Antonio De Vita, comandante provinciale dei Carabinieri.

”L’azione della notte scorsa dimostra che la presenza dell’Arma sul territorio è incisiva e che le continue martellanti operazioni di polizia danno fortemente fastidio e continueranno in maniera sempre più marcata. Con molta probabilità a sparare sono stati ragazzi molto giovani, ai quali dico: deponete le armi, la vita non è un videogioco o uno slogan sui social”. Così il generale Antonio De Vita, comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, commenta l’episodio avvenuto la notte scorsa nel quartiere periferico di Secondigliano dove raffiche di mitra sono state esplose contro l’edificio della stazione dei carabinieri.

Scene da far west, lunedì scorso, con un inseguimento durato chilometri e colpi d’arma da fuoco sparati all’impazzata. Siamo sempre a Secondigliano, dove una banda di rapinatori a bordo di due auto, ha bloccato e assaltato, in mezzo alla folla terrorizzata, la vettura di un istituto di vigilanza, la Cosmopol, che trasportava una ingente somma di denaro. L’inseguimento è partito dalla rotonda di Secondigliano, all’angolo di via Flavio Gioia, e terminato in via Sant’Andrea Avellino, una traversa di via De Pinedo, dove i banditi hanno fatto scattare il raid.