Cronaca Italia

Napoli, scippatore picchiato brutalmente dalle sue vittime: salvato dalla polizia

Napoli, scippatore picchiato brutalmente dalle sue vittime: salvato dalla polizia

Napoli, scippatore picchiato brutalmente dalle sue vittime: salvato dalla polizia

NAPOLI – Non sempre per i ladri i colpi messi a segno sono a lieto fine. Lo sa bene uno scippatore di 42 anni, che dopo aver aggredito e cercato di rubare la borsa a due sorelle brasiliane si è ritrovato da aguzzino a vittima. Le sorelle infatti hanno reagito, lo hanno bloccato e picchiato brutalmente. Solo l’intervento della polizia ha evitato il peggio per il malcapitato scippatore, che è stato soccorso dagli agenti e portato in ospedale.

Lo scippo è avvenuto nella notte tra 14 e 15 aprile per le vie di Napoli. Anant Amrit, indiano di 42 anni, ha aggredito due sorelle in via Cesare Rossarol. L’uomo ha strappato la borsa, con all’interno denaro e uno smartphone per un bottino da 800 euro, e ha iniziato a correre.

Quello che però non si aspettava di certo è stata la reazione violenta delle sue vittime. Le donne, due brasiliani, lo hanno agguantato e hanno iniziato a picchiarlo selvaggiamente, recuperando il maltolto e prendendo a calci e pugni la vittima fino a provocargli lesioni giudicate guaribili in 20 giorni. E per lo scippatore sarebbe andata anche peggio se una pattuglia della polizia non fosse intervenuta a salvarlo e lo avesse accompagnato in ospedale, da dove uscirà alla volta del carcere.

To Top