Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, sventagliata di kalashnikov contro un palazzo

Il fatto è avvenuto in via Cavalleggeri d'Aosta. Distrutta la vetrina di un centro estetico

NAPOLI – Napoli, raffica di colpi di kalashnikov contro un intero stabile nella zona ovest del capoluogo partenopeo. I proiettili  di mitragliatore hanno raggiunto l’edificio provocando ingenti danni ad un centro estetico le cui vetrine affacciavano sulla strada. Il fatto è avvenuto in via Cavalleggeri d’Aosta.

Secondo la polizia, che indaga sull’episodio, i titolari del centro sono del tutto estranei a vicende di criminalità. Il sospetto, ancora però al vaglio degli uomini del commissariato San Paolo, è che nel mirino degli autori di quello che appare come un vero e proprio raid intimidatorio, ci fosse una famiglia della zona che risulterebbe legata a un clan camorristico.

A terra gli uomini della polizia scientifica hanno trovato 16 bossoli. Poco dopo, sempre nella mattina di domenica 31 gennaio, un altro raid è stato compiuto nella stessa zona di Fuorigrotta, a Napoli. Ignoti hanno esploso colpi, anche qui verosimilmente di kalashnikov, in via Amerigo Crispo. La raffica era indirizzata contro un’abitazione dove fino a circa tre mesi fa viveva un pregiudicato. Danneggiate dai proiettili alcune auto parcheggiate in strada. I bossoli repertati sono dello stesso calibro di quelli trovati in precedenza a Cavalleggeri d’Aosta.

L’ARSENALE DELLA CAMORRA – Giovedì scorso la polizia ha scoperto un vero e proprio arsenale della camorra in un’abitazione di Napoli che, secondo gli inquirenti, veniva usata come deposito per le armi e come base logistica.

Gli agenti del commissariato “Vicaria-Mercato” hanno trovato una pistola a tamburo 357 “Colt” con 5 proiettili; una pistola “Beretta” calibro 9×21, completa di caricatore con 10 proiettili; un fucile a canne mozze di marca Benelli, un fucile mitragliatore di fabbricazione cinese, del tipo usato dalle forze armate statunitensi, munito di 20 munizioni.

Il blitz, scattato nella notte, ha anche portato all’arresto di una donna di 48 anni, moglie di un rapinatore.


PER SAPERNE DI PIU'