Blitz quotidiano
powered by aruba

Natale di Roma con caos: sciopero Atac e asili senza maestre

ROMA – A Roma sciopero dei mezzi pubblici di 4 ore per il Natale della capitale giovedì 21 marzo 2016 ma…il festivo per i dipendenti pubblici è stato revocato dal commissario Francesco Paolo Tronca. E allora, scrivono Lorenzo De Cicco e Mirko Polisano sul Messaggero, i sindacati di alcune categorie hanno convocato assemblee. Così, non si lavora lo stesso, o almeno si lavora di meno. Risultato: asili nido comunali e uffici pubblici rischiano di non funzionare. Con prevedibile caos soprattutto nelle scuole, visto che l’assemblea è stata convocata dalle 7 alle 10, cioè proprio durante l’orario di ingresso.

Ecco cosa scrive il Messaggero:

Sulla scia del malcontento, cinque sigle (Usb, Cobas, Asbel, Usi e le Rsu indipendenti) hanno deciso di convocare, proprio per domani, un’assemblea sindacale in via del tempio di Giove, in Campidoglio. Anche se al collettivo vero e proprio non è prevista una partecipazione di massa, il timore è che in molti approfittino dell’assemblea per entrare in servizio in ritardo. Anche perché, come sottolineano i sindacati nei volantini pubblicati sui social network, «la partecipazione all’assemblea non comporta alcuna riduzione di salario accessorio o di buoni pasto». Lo stesso Campidoglio è in allerta: «Potrebbero verificarsi problemi nell’erogazione dei servizi a causa dell’assemblea di tutto il personale capitolino», si legge in un avviso pubblicato dal Servizio Notificazioni.

I primi ad andare in assemblea saranno i vigili urbani, insieme ai dipendenti del Servizio Giardini, dalle 7 alle 10. Dalle 7.30 alle 10.30 rischiano di restare sguarniti i turni delle maestre degli asili nido e degli impiegati degli uffici anagrafici e di stato civile.

Per le biblioteche e le scuole dell’infanzia, l’assemblea è prevista «dalle ore 8 alle ore 11», così come per impiegati e funzionari di tutti gli altri servizi amministrativi e tecnici, dal Dipartimento Urbanistica agli uffici del Patrimonio. E a proposito, Tronca ieri nel suo discorso al Salone della Giustizia ha parlato anche di Affittopoli, mettendo nel mirino proprio i dipendenti che avrebbero dovuto occuparsi delle migliaia di immobili di proprietà dell’amministrazione: «C’è stata una pessima gestione da parte di dirigenti e funzionari – ha detto il commissario – Accanto alle patologie della burocrazia capitolina però non possono tacersi quelle dei tanti cittadini che, senza titolo, o abusando dei titoli in essere, hanno approfittato indebitamente dei beni comuni della collettività per anni, nel silenzio, nell’indifferenza e nell’apatia di chi doveva controllare»

Per quanto riguarda i mezzi pubblici, tra le 8:30 e le 12:30 sono previsti i maggiori disagi: in questa fascia oraria la protesta indetta da Faisa Cisal, Usb, Utl e Sul si sommerà a quella del sindacato Orsa. Lo sciopero dei mezzi interesserà tutte le linee di metropolitana, bus, tram e filobus gestiti dall’Atac, mentre le linee ferroviarie coinvolte sono Roma-Lido, Roma-Nord e Termini-Centocelle. Non ci saranno problemi invece per quanto riguarda gli autobus di Roma Tpl, le tratte ferroviarie gestite da Ferrovie dello Stato e Cotral

Facciamo un piccolo riepilogo: a partire dalle 8:30 e fino alle 17:00 e dalle 20:00 fino al termine del servizio sono a rischio le corse degli autobus, dei filobus, della metropolitana (linee A, B/B1 e C) e delle ferrovie regionali sulle linee Roma-Lido, Termini-Centocelle, Roma-Civita Castellana-Viterbo. Tra mercoledì e giovedì si potranno registrare disagi anche per le linee bus notturne.


TAG: ,