Cronaca Italia

Natascia Meatta, la madre Rita: “E’ stata una morte annunciata”

Natascia Meatta, la madre Rita: "E' stata una morte annunciata"

Natascia Meatta con la figlioletta

ROMA – “Quella di Natascia Meatta è stata una morte annunciata: a dirlo, in un’intervista rilasciata ad Adelaide Pierucci del Messaggero, è Rita Meatta, la madre della giovane mamma di 27 anni uccisa, sembra involontariamente, dall’ex compagno e guardia giurata Alessandro Popeo, con un colpo partito dalla sua pistola di ordinanza.

“Appena ho sentito lo sparo ho pensato subito a un colpo di testa di Alessandro. Quella di mia figlia è stata una morte annunciata. Si è detto che mia figlia e il suo ex compagno erano una coppia serena, ma non è così. L’ultima litigata l’avevano fatta qualche giorno prima, lunedì, e in quei momenti lui non si reggeva. In passato era arrivato anche ad alzarle le mani. Lei era solare e ingenua, viveva per la loro bambina. E poi c’è un dato insormontabile: perché aveva un colpo in canna la pistola?”

La signora Rita racconta di quel pomeriggio in cui la figlia è morta:

“Stavo rientrando a casa, erano le tre del pomeriggio. Metto la chiave del portone e sento uno sparo. Non un petardo, sento proprio un colpo di pistola. Avevo visto la sua macchina e ho avuto paura. Poi ho sentito le grida, il fidanzato della mia figlia minore che correva per le scale urlando con la piccola in braccio, e subito dopo lui, l’ex di Natascia che mi veniva incontro disperato: ”Giuro non l’ho fatto apposta. Non mi lasciare, stammi vicino”. Capisce, mi diceva stammi vicino e aveva appena ammazzato mia figlia… Adesso spieghi come e perché è partito quel colpo. Spieghi pure perché aveva il colpo in canna”.

Adesso la signora Rita, vedova, si dovrà prendere cura della piccola Nicole, la figlioletta di Natascia, che quel pomeriggio ha assistito a tutto:

“Alla bimba non bisogna dare altro dolore» avverte «ha già visto la scena della morte della madre. Ieri l’ha mimata: mamma, pistola, boom e poi si è lasciata andare a terra”.

 

 

To Top