Cronaca Italia

“Negra di m….”: rubano il cellulare e picchiano una ragazza incinta al sesto mese a Rimini

"Negra di m....": rubano il cellulare e picchiano una ragazza incinta al sesto mese a Rimini

Foto Ansa

RIMINI – Una donna nera incinta al sesto mese viene rapinata, spintonata fino a cadere a terra e insultata con frasi razziste a Rimini. La polizia di Stato della città romagnola ha arrestato i responsabili dell’aggressione, una coppia formata da una ragazza di 19 anni di Ancona e un ragazzo di 22 di Caserta.

Gli agenti sono intervenuti alla fermata del bus 11 dove la donna in gravidanza ha subito riferito di essere stata aggredita e derubata del cellulare. La coppia, che non ha mai smesso di insultare la donna anche davanti ai poliziotti con frasi razziste come “negri di m…. tornate a casa vostra”, oppure “ti faccio abortire negra di m….”, è stata inchiodata dalla testimonianze dei presenti.

La donna, per lo choc si è sentita male ed è stata portata in ospedale. Dopo aver assicurato le cure alla donna la polizia ha acquisito la dichiarazione di una testimone che ha riferito di aver visto scendere dall’autobus due donne e subito dopo una donna di colore spinta sul petto e fatta cadere in terra. La stessa testimone ha riferito che la donna di colore, si è lamentata nei confronti di una ragazza italiana per riavere il proprio telefonino cellulare, che le era stato sottratto sull’autobus.

Gli agenti sul posto hanno rinvenuto a terra vicino l’uscita dell’autobus un telefonino, un portamonete e la borsa della derubata che ha riferito di essere stata colpita con calci e pugni e di aver protetto d’istinto la pancia, mentre le urlavano “ti faccio abortire negra di m..”.

Quando l’autobus si è fermato per far scendere alcuni passeggeri alla fermata di linea, infatti i due ragazzi avrebbero spinto la donna facendola cadere in terra. Acquisite le dichiarazioni ed eseguiti i relativi accertamenti, la coppia è stata portata negli uffici della Questura dove i due sono stati arrestati rapina.

To Top