Blitz quotidiano
powered by aruba

Nettuno, Giada Del Colle muore a 21 anni in ospedale

NETTUNO (ROMA) – Nettuno, Giada Del Colle, studentessa universitaria di 21 anni, muore in ospedale: aperta un’inchiesta per omicidio colposo. 

La giovane è deceduta domenica mattina, 28 febbraio, durante il ricovero al San Camillo di Roma. Era stata portata lì per una febbre leggera che non le dava pace da almeno un mese. Nulla di grave, apparentemente. Ma che si è rivelata fatale.

Mercoledì pomeriggio una folla commossa di oltre millecinquecento persone ha partecipato ai funerali di Giada al santuario di Santa Maria Goretti.

Dopo l’autopsia la salma era stata messa a disposizione dei familiari: il papà Enrico, poliziotto, ad Albano, la mamma Tiziana e il fratello minore Fabio. Tra le prime ipotesi per spiegare la morte della studentessa c’è quella di una malattia autoimmune contratta dalla ragazza. Si parla, nello specifico, di Lupus.

Spiega il sito di informazione di Nettuno e Anzio (Roma) Il Clandestino Giornale: 

“Gli inquirenti non escludono che il decesso possa essere stato causato dal Lupus. La Procura vuole fare chiarezza sulla fine tragica della ragazza ed è per questo che il pm Pierluigi Cipolla ha aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per omicidio colposo, ha disposto il sequestro della cartella clinica e ha incaricato il medico legale di effettuare tutti gli accertamenti del caso.

Una leggera febbre perseguitava da almeno un mese la 21enne. Il padre preoccupato dalla condizione anomala della figlia l’ha portata più volte all’ospedale di Anzio. Quindi il trasferimento al San Camillo in condizioni relativamente normali. All’ospedale hanno optato per il ricovero. Una decina di ore più tardi la condizione della 21enne ha iniziato a peggiorare sensibilmente fino a quando il suo stato, nella notte, è precipitato. (…) L’autopsia, affidata al medico legale Luigi Cipolloni, sarà fondamentale per  capire sia le cause del decesso che eventuali responsabilità in capo ai medici che non avrebbero diagnosticato per tempo la patologia risultata letale”.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'