Cronaca Italia

Neve, gelo e vento: allerta meteo in tutta Italia venerdì 13 gennaio

Neve, gelo e vento: allerta meteo in tutta Italia venerdì 13 gennaio

Neve, gelo e vento: allerta meteo in tutta Italia venerdì 13 gennaio

ROMA – Nuova ondata di maltempo in arrivo sull’Italia: una perturbazione proveniente dall’Europa del nord porterà infatti nevicante anche a quote basse e venti molto forti. Sulla base delle previsioni, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede, da venerdì mattina neve fino a quote di pianura su Friuli Venezia Giulia, Veneto e Lombardia.

Le nevicate interesseranno anche l’Emilia-Romagna e le Marche. Su Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo, Campania, Molise, Basilicata e Calabria sono invece attesi venti forti. In mattinata, sempre venerdì 13 gennaio, sono poi previste piogge, localmente anche molto intense, su Lazio, Umbria, Campania, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria mentre dal pomeriggio, a quote superiori ai 500 metri, sono attese nevicate su Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise.

San raffaele

La Protezione Civile della Regione Campania ha inoltre diramato un avviso di avverse condizioni meteo per piogge e temporali con conseguente criticità idrogeologica di colore giallo. Per l’intera giornata di venerdì, a partire dalle 6 del mattino e fino alla mezzanotte, si avranno precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o isolato temporale accompagnate da venti moderati o anche forti con raffiche nei temporali. Tale condizione – precisa la Protezione Civile – riguarderà l’intero territorio regionale. Anche il mare si presenterà mosso o agitato con locali mareggiate lungo le coste esposte ai venti.

La Protezione Civile regionale evidenzia che le piogge, unite al concomitante aumento delle temperature, accresceranno il pericolo di crollo o scivolamento dei cumuli di neve e delle formazioni di ghiaccio da tetti e cornicioni. Pertanto la sala operativa invita i sindaci delle zone interessate da tali fenomeni a delimitare le zone a rischio per i passanti e a interessare i proprietari degli stabili e gli amministratori di condominio. Rispetto al rischio di dissesto idrogeologico dovuto alle precipitazioni, inoltre, la Protezione civile raccomanda alle autorità competenti di porre in essere o mantenere attive tutte le misure atte a mitigare o contrastare i fenomeni, come previsto dai rispettivi piani di emergenza.

To Top