Blitz quotidiano
powered by aruba

Nicola Cosentino scarcerato: concessi arresti domiciliari

CASERTA – Nicola Cosentino è stato scarcerato e gli sono stati concessi gli arresti domiciliari. La decisione per l’ex sottosegretario del Pdl, detenuto a Terni da oltre 2 anni, è arrivata la mattina del 1° giugno da parte del tribunale di Santa Maria Capua Venere, in provincia di Caserta. Il provvedimento è in corso di notifica a Cosentino, che sconterà i domiciliari in una villa di famiglia a Venafro, in provincia di Isernia.

La scarcerazione di Cosentino è stata disposta dal collegio di tribunale davanti al quale pende il processo cosiddetto “Carburanti”, in cui Cosentino è imputato insieme ai fratelli per estorsione aggravata e concorrenza sleale in relazione agli affari dell’azienda di famiglia attiva proprio nel settore petrolifero.

Altri tre collegi davanti ai quali sono in corso altrettanti processi a carico di Cosentino – due del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il terzo di Napoli Nord – avevano nei mesi scorsi già accolto le istanze di concessione dei domiciliari presentate dai legali dell’ex coordinatore campano del Pdl  Agostino De Caro e Stefano Montone.