Blitz quotidiano
powered by aruba

“Non ci danno da mangiare”: immigrati sequestrano volontaria

MANTOVA – Quattro richiedenti asilo hanno sequestrato una giovane operatrice che li assisteva: volevano soldi e contanti. I quattro, di una struttura di accoglienza di Goito, nel mantovano, sono stati arrestati per sequestro di persona della 28enne salvadoregna incaricata di dar loro assistenza.

L’episodio, racconta la Gazzetta di Mantova, è avvenuto lunedì, ma è trapelato solo quando i quattro sono stati portati in tribunale a Mantova. Si tratta di un uomo della Costa d’Avorio, di un camerunese e due ghanesi. Pare che a capeggiare la rivolta, al grido di “non ci dai da mangiare”, sia stato l’ivoriano, che già in passato aveva dato mostrato un carattere violento.

I quattro, tra i 19 e i 28 anni, vivevano in un appartamento della frazione Torre di Goito, una comunità con meno di 300 abitanti. La ragazza è stata liberata dai carabinieri, che hanno arrestato i responsabili. I quattro, dopo una notte in cella, sono stati processati per direttissima e hanno patteggiato 8 mesi di carcere, per poi essere rimessi in libertà. E ora, dove andranno? Torneranno nelle stesse strutture che li accoglievano.