Blitz quotidiano
powered by aruba

Non si apre carrello, atterraggio di emergenza a Catania

CATANIA  – Non si è aperto il carrello delle ruote e il pilota è stato costretto ad un atterraggio di emergenza. E’ accaduto sabato mattina all’aeroporto di Catania, dove un ATR 42 della compagnia aerea Air Vallèe è riuscito a toccare la pista col muso e ad arrestare così la sua corsa slittando sulle schiume appositamente sparse sulla pista.

Tragedia sfiorata per le 21 persone a bordo, 18 passeggeri e 3 componenti l’equipaggio. Nessuno di loro sembra aver avuto particolari problemi: non risultano feriti.

Nello scalo internazionale di Fontanarossa, che è attualmente chiuso, sono scattati i sistemi di sicurezza che hanno funzionato. Il volo proveniva da Rimini.

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che la pista dell’aeroporto di Catania è momentaneamente chiusa: i mezzi sono al lavoro per rimuovere il velivolo e procedere con le operazioni necessarie finalizzate ai controlli e alla riapertura della pista.

L’Enac ha informato l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo, organismo preposto alle indagini e alle inchieste tecniche in caso di inconvenienti e incidenti aerei.

L’atterraggio di emergenza ha causato anche un ritardo nella visita del premier Matteo Renzi a Catania per firmare il Patto del Sud. Il presidente del consiglio arriverà nel capoluogo etneo in elicottero.