Blitz quotidiano
powered by aruba

Nozze gay a Venezia: sì in gondola per Amy e Nicole FOTO

VENEZIA –  Nozze gay a Venezia: una coppia di donne americane si è sposata sabato 5 marzo nella città lagunare, tra giri in gondola e foto a piazza San Marco. Amy e Nicole, trentenni di Denver (Colorad) hanno potuto scambiarsi la promessa nuziale in Italia (dove ancora infuria la polemica sulle unioni civili) in base alle leggi americane.

Tutte le pratiche burocratiche, compresa la licenza matrimoniale, erano già state espletate oltreoceano. E’ bastato dunque salire in gondola, farsi condurre in un canale nei pressi del Teatro La Fenice e scambiarsi gli anelli davanti al ministro di cerimonie, come ammesso dalla legislazione del Colorado.

A officiare il rito Emanuela ‘Ema’ Giangreco, americana di origini ma italiana d’adozione per aver sposato un veneziano, che in laguna fa la wedding planner e si è specializzata proprio in nozze gay.

Quello di sabato è stato per lei il quarto matrimonio omo in città (due coppie di uomini e due di donne) in cinque anni. I primi a giurarsi amore eterno all’ombra di San Marco sono stati due giovani newyorkesi, Sean e Freddy, il primo insegnante, il secondo ballerino di Broadway, fidanzati dagli anni del college quando lavoravano in un ristorante per pagarsi gli studi.

Ema, titolare della ‘Venice Weddings’, li ha portati a Venezia dopo 13 anni per sposarli, facendoli accompagnare dalla loro migliore amica Katherine. Proprio lei dopo tre anni ha condotto a termine la gravidanza per la coppia, che ora ha un figlio, Xavier. “Un po’ mi sento – racconta sorridente Ema – la madrina di questo bimbo”.

Anche la storia di Amy e Nicole, timide e schive, racconta un passato difficile superato grazie all’amore. Si sono conosciute due anni fa quando Amy era malata di tumore e ha incontrato Nicole, fisioterapista, che si è presa cura di lei. Il loro sogno era da sempre quello di sposarsi in quella che considerano “la città più romantica al mondo”.

Hanno preso un aereo, sono salite dallo ‘stazio’ del Giglio sulla gondola di Maurizio Galli – vestite l’una con un abito bianco da sposa ricco di paillettes e l’altra un severo completo grigio con cravatta – e hanno scelto un canale appartato per farsi cullare dalle onde mentre pronunciavano i voti matrimoniali.

Una cerimonia che ha fatto scendere qualche lacrima alle due spose ma anche a Ema, soprattutto quando, come vuole la consuetudine, ha ripercorso i tratti salienti della loro storia. Dopo Venezia, Amy e Nicole raggiungeranno Firenze e Roma per proseguire la loro luna di miele.

(Nelle foto Ansa Amy e Nicole)

Immagine 1 di 5
  • Nozze gay a Venezia: sì in gondola per Amy e Nicole FOTO 5
Immagine 1 di 5