Blitz quotidiano
powered by aruba

Nuoro, Fabio Settembrini investe una mucca: morto

NUORO – Fabio Settembrini travolge una mucca: morto. Un uomo di 32 anni, Fabio Settembrini, è morto nella serata di domenica 7 febbraio  in un incidente stradale avvenuto vicino a Nuoro. L’uomo alla guida di una Audi A4 ha centrato in pieno una mucca morendo nell’impatto. Feriti gli altri due occupanti del veicolo mentre anche l’animale è morto nell’impatto.

E’ accaduto tutto attorno alle 22:30 di domenica, sulla strada 131 dcn nel tratto tra Ottana e Nuoro, all’altezza dello svincolo per Macomer e per la strada statale 129, in direzione di Nuoro. Complice la strada bagnata e l’oscurità l’uomo ha probabilmente visto la mucca che occupava la strada solo all’ultimo istante. Settembrini ha provato a frenare ma la strada sdrucciolevole ha reso impossibile l’arresto del veicolo. Violentissimo l’impatto, come spiega La Nuova Sardegna:

Il conducente dell’auto, Fabio Settembrini, 32 anni, originario di Cosenza, è morto sul colpo. Mentre le altre due persone che viaggiavano con lui, Maria Teresa Ziratu, di 58, di Magomadas, e Alessio Cuccu, di 35, di Nuoro, sono rimasti feriti e sono stati ricoverati nell’ospedale San Francesco a Nuoro.  Morta sul colpo anche la mucca.

Come riporta sempre la Nuova Sardegna, quello degli animali vaganti che invadono le strade è un problema particolarmente serio sull’Isola:

Quello di domenica 7 febbraio è l’ennesima tragedia causata da animali vaganti sulla delle principali arterie della Sardegna. Il penultimo risale al dicembre del 2014 quando all’altezza di Sedilo perse la vita Paola Mereu, una giovane dI Nuoro che stava rientrando a casa dopo aver dato l’esame di Stato per diventare ingegnere. La sua auto si schiantò al buio contro un cavallo.

Il 4 febbraio 2009, nel tratto della quattro corsie all’altezza di Loculi, morì Paolo Lippi, 42 anni, geometra nuorese. In mezzo alla carreggiata in direzione Olbia c’era un’intera mandria di bovini incustoditi. L’uiomo morì sul colpo nell’impatto contro un animale.