Blitz quotidiano
powered by aruba

Nuove divise per i postini, Francesco Caio premia Beatrice Bazzano

ROMA-  I portalettere di Poste Italiane avranno presto una nuova divisa: confortevole, alla moda, in tessuti adatti al lavoro di chi ogni giorno fa tanta strada per portare la corrispondenza nelle nostre case.

A disegnarla è stata Beatrice Bazzano, una ventiduenne studentessa dell’Istituto Modartech di Pontedera che il 13 luglio è stata premiata a Roma dall’amministratore delegato di Poste Italiane Francesco Caio nel Talent Garden di Poste Italiane in Viale Mazzini.

Beatrice Bazzano, con le sue proposte di divise, una estiva e una invernale, si è aggiudicata una borsa di studio da 20mila euro da utilizzare per un master o un corso di perfezionamento, in Italia o all’estero.

In competizione con gli atri studenti dei ventisei Istituti italiani, pubblici e privati che hanno partecipato al “contest divise portalettere“, Beatrice Bazzano ha convinto una giuria di intenditori composta, oltre che da tecnici ed esperti del settore dell’abbigliamento, anche da due postini, forse i giudici più temibili proprio per la loro inevitabile capacità di valutare quanto le divise proposte potessero essere compatibili con il loro uso quotidiano.

Beatrice Bazzano ha saputo coniugare creatività, stile dinamico e funzionale con le esigenze operative dei portalettere ed ha immaginato una tenuta pratica, comoda e ricca di dettagli utili al lavoro dei postini come le tasche portaoggetti, i pantaloni, le camicie e i top da realizzare in tessuti semielasticizzati con coulisse interne ed esterne regolabili, zip antigraffio, giubbotti in tessuti idrorepellenti.

Le divise, il cui design non veniva rinnovato dal 1998, ripeteranno i classici colori blu e giallo delle precedenti, ma con un tocco di eleganza regalato dal contrasto sulle rifiniture e sui materiali che sono stati pensati leggeri, tecnici e traspiranti e anche da un tocco di civetteria per il genere femminile a cui la giovane stilista ha voluto dedicare un divertente foulard disseminato da riproduzioni di timbri postali e che ha le potenzialità per riscuotere un discreto successo anche tra chi portalettere non è.

L’operazione culturale “contest divise portalettere”, voluta da Poste Italiane, ha coinvolto giovani talenti tra gli studenti iscritti a Istituti post-diploma e Università italiane pubbliche e private di moda e design.

Come recita il comunicato stampa di Poste Italiane diffuso all’apertura del contest

L’iniziativa conferma l’impegno di Poste Italiane nel quadro di un processo di cambiamento e di sviluppo aziendale in atto. Un tassello importante nel più ampio concetto di responsabilità sociale d’impresa mirato a sostenere il talento dei giovani studenti.

Inoltre, Poste Italiane, nel comunicato stampa diffuso alla chiusura del contest,  informa che

Oltre alla borsa di studio per la vincitrice, sono stati messi in palio tre premi social #postestile  per gli studenti che sono stati maggiormente presenti sui social network nel periodo di svolgimento del contest. I riconoscimenti sono stati assegnati a Miriam Del Vecchio, del Politecnico di Milano, Maria Giovanna Selis, dell’Accademia Altieri Moda e Arte di Roma  e a Sladana Krstic, sempre dell’Accademia Altieri.

Per promuovere l’iniziativa Poste Italiane ha realizzato una campagna di comunicazione dedicata al lancio della nuova divisa al fine di dare visibilità sia alle scuole sia agli studenti; Poste ha creato inoltre l’hashtag #postestyle per rendere più facilmente riconoscibile il progetto e promuovere lo scambio di informazioni e opinioni attraverso i social network.

Durante la fase di realizzazione del contest sono stati anche realizzati alcuni videoclip che hanno per protagonisti i concorrenti al lavoro, dai quali è stato tratto anche un breve film che sarà proiettato in occasione della cerimonia di premiazione.

Il concorso di idee sulla nuove divise dei portalettere conferma l’impegno di Poste Italiane nel quadro di un processo di cambiamento e di sviluppo aziendale in atto. Un tassello importante nel più ampio concetto di responsabilità sociale d’impresa mirato a sostenere il talento dei giovani studenti.

Tutte le informazioni sull’iniziativa e i nomi dei 26 istituti che hanno aderito sono disponibili sul sito dedicato contestnuovedivise.posteitaliane.it