Blitz quotidiano
powered by aruba

Omicidio Gucci, Patrizia Reggiani è libera: ha finito di scontare la pena

MILANO – Patrizia Reggiani, la vedova di Maurizio Gucci, è libera: ha finito di scontare interamente la pena detentiva. Reggiani era stata condannata a 26 anni di carcere con l’accusa di essere la mandante dell’omicidio del marito, il celebre stilista Maurizio Gucci, ucciso nel 1995 in via Palestro a Milano. Nel giugno del 2014 la donna, dopo 17 anni in cella, aveva ottenuto l‘affidamento ai servizi sociali. Da allora ha lavorato nello show room di alta bigiotteria Bozart.

Come spiegato dall’avvocato Danilo Buongiorno, che ha confermato la notizia, la donna dovrà comparire davanti al tribunale di sorveglianza per regolamentare la sanzione accessoria di tre anni di libertà vigilata.

In un’intervista rilasciata al Giornale nel novembre del 2014, Patrizia Reggiani disse:

“Non volevo Maurizio morto, era il padre delle mie figlie. In quel momento della mia esistenza, però, ero convinta che un essere come lui non fosse degno di vivere”. Perché? “Non lo dirò mai. Posso però confidarle che entrambi ci ‘innamoravamo’ delle persone al punto da credere ciecamente in loro. Lui, poi, era peterpaneggiante. Seguiva le persone sostenendone idee e progetti. Poi tornava sempre da me per ammettere, sconsolato: ‘avevi ragione tu’. Troppo buoni? Sì, eravamo troppo buoni. Credo molto nella giustizia, poco nella legge, per niente nella magistratura ed è forse per questo che ammiro così tanto Berlusconi”.