Blitz quotidiano
powered by aruba

Ostia, Paola Ferri morta in mare: spariti ancora e salvagente

ROMA – Sono spariti sia l’ancora che il salvagente dalla barca su cui Paola Ferri e Marco Sorgi avevano deciso di fare una gita, a Ostia. La coppia, 49 anni lei, 34 lui, aveva deciso quella mattina di affittare una barca per una gita, lui nuotatore esperto lei invece non sapeva nemmeno rimanere a galla a quanto pare.

Ma dopo qualche ora Sorgi dà l’allarme: secondo la sua versione Paola sarebbe accidentalmente caduta in acqua e annegata e lui non sarebbe riuscito a salvarla. Ma l’autopsia ha dimostrato che Paola era già morta quando è caduta in acqua, per questo Sorgi è ora indagato per omicidio colposo. Ma il giallo si infittisce: perché mancano salvagente e ancora dalla barca? Ne parla Il Messaggero:

Non c’è traccia dell’ancora che era sul motoscafo con a bordo Paola Ferri e il suo compagno Marco Sorgi. La morte dell’estetista quarantottenne, avvenuta nelle acque del mare di Ostia, si arricchisce di un altro dettaglio avvolto dal mistero. Sull’imbarcazione, ancora sotto sequestro, mancherebbero all’appello sia l’attrezzo per ormeggiare che un salvagente di quelli comuni a forma di ciambella. Che fine hanno fatto? Gli uomini della guardia costiera di Fiumicino, che stanno conducendo le indagini, hanno effettuato sabato mattina un blitz negli uffici della società di noleggio al Canale dei Pescatori, la stessa dove Marco ha affittato la barca per la sua gita con Paola. Il titolare dell’attività ha più volte ribadito che sia l’ancora che il salvagente erano regolarmente in dotazione. «Sono stato proprio io ha spiegato il diportista- a mostrare a Marco tutta l’attrezzatura di cui disponeva il motoscafo. Sono sicuro che sulla barca era tutto ok»


TAG: ,