Blitz quotidiano
powered by aruba

Padova: assale e rapina quattro donne in un’ora

PADOVA – Sessanta minuti di paura e terrore nel centro di San Martino di Lupari (Padova) lunedì sera. Un malvivente ha infatti aggredito quattro donne cercando di rapinarle e, in un caso, pure di violentarle. Alla fine le forze dell’ordine lo hanno arrestato: Juan Manuel Bravo, 24 anni, originario dell’Uruguay, è residente a San Martino di Lupari; gli vengono contestati i reati di furto aggravato, rapina di autovettura, rapina e tentata rapina in un’abitazione, sequestro di persona, violenza .

Un’escalation iniziata pochi minuti dopo le 19 di lunedì. Il primo allarme, che ha visto l’intervento dei carabinieri di San Martino di Lupari, è partito da via Da Vinci, dove si trova il bar Chicaboom: una trentenne era stata presa di mira dall’arrestato. La giovane ha vissuto istanti di terrore: bloccatala dentro l’auto, il bruto le ha tappato la bocca con una mano, mentre con l’altra le ha serrato la gamba destra, intimandole di ripartire subito. Lei però ha trovato la forza di reagire e, suonando il clacson, ha attirato l’attenzione di un passante, che ha messo in fuga l’aggressore.

Silvia Bergamin per Il Mattino di Padova scrive:

Il suo identikit ha preso forma: un personaggio tarchiato, dai capelli castano scuri, barba incolta, con una felpa e un cappuccio alzato sul capo. Poco dopo è stato lanciato un nuovo allarme, in via Cardinal Agostini. I militari si sono attivati in forze. Una donna di 48 anni era appena stata rapinata di denaro e gioielli. Le descrizioni combaciavano, era sempre lo stesso delinquente. A seguito del secondo episodio sono emersi nuovi particolari: la preda era stata vittima anche di attenzioni sessuali, toccata ripetutamente dall’aggressore.

Il terzo raid si è consumato ai danni di un’anziana, stavolta lungo via Roma. Emerge che, poco prima, un’altra pensionata era stata strattonata violentemente nella sua abitazione, ma era riuscita a difendersi iniziando a gridare e chiamando in soccorso un familiare al piano superiore. Nel frattempo, diverse pattuglie hanno iniziato a convergere su San Martino di Lupari e poco prima delle 20.30 Bravo è stato arrestato: era ubriaco, ferito allo zigomo sinistro e alla mano destra.

Al momento dell’arresto i suoi vestiti erano lindi e ai militari ha spiegato che non sapeva come si fosse procurato le lesioni. Ma a incastrarlo sono state le quattro vittime e i soccorritori: lo hanno riconosciuto senza alcun dubbio.

 


TAG: